Polenta dolce e baldino: si conclude l’8 dicembre l’evento “Festasaggia” 2017

A Faltona, frazione del Comune di Talla, venerdì 8 dicembre torna la sagra della polenta dolce e del baldino. Organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di Talla. Si inizia alle 12:30 con il pranzo su prenotazione, poi festa in paese per tutto il pomeriggio con varie iniziative e animazioni. Non mancano gastronomia e mercatini con castagne, miele e marmellate, pecorino del Casentino, dolci casalinghi, prodotti di agricoltura biologica. La manifestazione chiude il programma 2017 di “Festasaggia”, iniziativa dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino che promuove la valorizzazione delle produzioni di qualità, il corretto approccio alla gestione dei rifiuti, le tradizioni gastronomiche.
Come Sindaco di Talla e titolare presso l’Unione della delega all’Ecomuseo, ideatore del progetto Festasaggia, Eleonora Ducci commenta positivamente i risultati della rassegna per l’anno in corso: “Festasaggia – osserva la Ducci – ha continuato a crescere anche quest’anno, e crescerà ancora. Ci sono molte realtà interessate a condividere i nostri criteri nell’organizzazione delle feste paesane, e questo dimostra non solo la bontà dell’idea in sé ma soprattutto l’ottima collaborazione da parte delle associazioni che lavorano sul territorio”. Non è un caso che il progetto abbia ricevuto, per il tramite del Parco Nazionale, l’oscar di Legambiente per il turismo sostenibile, e che gli occhi di tutti si siano puntati su Festasaggia anche a Oltreterra. “Ora però viene la parte più difficile, cioè cercare di migliorare ancora, esportare e condividere questi concetti. Voglio ricordare che il progetto è nato nel territorio del Casentino, poi con l’arrivo del Parco è stato diffuso nei territori dell’area protetta, giovandosi di un’esperienza quasi decennale e di uno staff – coordinato dall’arch. Andrea Rossi – uso a ragionare con l’ottica giusta. Io stessa arrivando nel 2014 mi sono preoccupata di fare il possibile per affiancare Festasaggia senza appropriarmi di meriti per una medaglia o un riconoscimento, è il progetto che vale insieme alle persone che lo portano avanti, dare a Cesare quel che è di Cesare non solo è giusto, ma è prima di tutto corretto”. Dopo l’ultimo appuntamento di Faltona, Festasaggia è pronto a programmare una nuova edizione per l’anno venturo. “Presto – conclude la Ducci – richiameremo le associazioni paesane e i vari soggetti coinvolti per lavorare tutti insieme ad un 2018 se possibile ancora più brllo”.

Poppi, 06 dicembre 2017