A Romena, Simone Cristicchi canta Mogol!

Di Erica Italiani

Un sabato sera tra il sacro e il profano si è svolto nella splendida cornice offerta dalla pieve di San Pietro a Romena lo scorso 12 Maggio; un dopocena all’insegna della buona musica senza disdegnare qualche attimo di raccoglimento nell’ambito della due giorni “La debolezza è la tua forza” a cura della Fraternità di Romena. Entrando nella Pieve illuminata con gustoso essenziale, si può ammirarne l’eterna bellezza e semplicità e mentre la notte inghiotte il panorama circostante, percepirne l’atmosfera di accoglienza incondizionata. Così ognuno può sedersi come meglio crede: pregando, meditando, entrando in contatto con se stessi per qualche minuto o semplicemente ascoltando il vento che lambisce le spesse mura.
Lasciare poi la Pieve alla sua sacralità è l’invito dell’auditorium in fermento lì a pochi passi!
Un generosissimo Simone Cristicchi ha intrattenuto un pubblico numeroso e caloroso, percorrendo le vie dei testi amatissimi di Mogol (purtroppo quest’ultimo non era presente fisicamente per problemi di salute).
Un concerto comunque molto piacevole da seguire dall’interno della sala… o direttamente su una coperta sul prato antistante.
Un viaggio musicale che onora i testi del grande Mogol con tappe nella discografia di Cristicchi… il quale non disdegna il canto popolare toscano dando vita ad alcuni brani conosciutissimi nelle nostre terre arricchiti da letture e poesie, toccando poi con delicatezza temi mai facili e sempre attuali.
Un immenso karaoke finale dove ognuno diceva la sua ha salutato un amico di Romena e del Casentino. Non mancheranno certo altre occasioni di sentirlo cantare per noi.
Un augurio doveroso al grande Mogol per una pronta guarigione!