Chiusi della Verna, dal Sindaco Tellini uno “stop” a nuovi debiti

Il Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini, dopo l’approvazione del conto consuntivo dell’anno 2016, ha deciso insieme alla Giunta Comunale di non sottoscrivere ulteriori mutui per l’esercizio 2017. Contrariamente a quanto era stato messo in programma, per coprire i costi di alcune opere pubbliche da realizzare nel 2017, il Comune non provvederà dunque all’accensione di nuovi prestiti. “La decisione è stata presa – spiega Tellini – perché nel 2016 una amministrazione particolarmente oculata ha permesso all’Ente di conseguire, anche come conseguenza dell’applicazione di nuove regole, un avanzo di amministrazione di circa 500.000 euro. Di questi, la metà sono destinabili ad investimenti; noi avevamo programmato di richiedere un mutuo di 110.000 euro per intervenire su strade e patrimonio comunale, ma a questo punto non servirà più aumentare la massa debitoria del Comune”.
A proposito di debiti, Tellini aggiunge anche che “La legge ci avrebbe dato la possibilità di rinegoziare i mutui esistenti; abbiamo fatto i conti e visto che avremmo potuto abbassare le rate e portare, a disposizione del bilancio, circa 56.000 euro. Abbiamo però preferito non optare per la rinegoziazione, perché ciò avrebbe fatto allungare i tempi di estinzione dei debiti. In molti casi, i mutui che ancora oggi gravano sui bilanci comunali sono stati sottoscritti negli anni ’80 o ’90. Dal punto di vista legale potremmo indebitarci ancora ma all’atto pratico abbiamo ritenuto giusto continuare con i normali piani di rientro, visto che le finanza dell’Ente sono sane e l’Amministrazione è virtuosa, è inutile mettere in difficoltà chi in futuro avrà il compito di amministrare. Quando sono stato eletto Sindaco il Comune pagava ogni anno 300 mila euro di rate di mutui. Nel tempo ne abbiamo estinti alcuni, oggi si versano circa 240 mila euro di rate annuali”. Per quanto riguarda la destinazione dell’avanzo 2016, Tellini dice: “Abbiamo fatto in questi giorni una variazione di 140 mila euro, una parte serviranno per asfaltare strade comunali, una parte per completare la struttura polivalente per le Associazioni di Corsalone”. Dopo i lavori fatti nel 2016, “Oggi – conclude il Sindaco – si riparte per una nuova stagione di opere pubbliche dando risposte alle esigenze della nostra gente”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa