Dal Guatemala a Chiusi della Verna: spettacoli d’oltreoceano, domenica 8, al Teatro del Fiume

Il Teatro del Fiume continua il suo viaggio nella valle casentinese, arrivando in luoghi nuovi e mai esplorati in 15 edizioni del festival.
Domenica 8 luglio dalle ore 17:00, NATA e l’associazione guatemalteca Chùmbala Cachùmbala si uniscono per un pomeriggio all’insegna del teatro di figura presso il Parco della Forestale di Chiusi della Verna (AR): i Teatrini Lambe Lambe e a seguire lo spettacolo Acqua Matta di e con Cinzia Corazzesi pronti per far divertire grandi e piccini!
L’associazione di burattini Chùmbala Cachùmbala, formata da Paolo Iorio e Carolina Cifuentes Dominguez, nasce nel 2006 in Guatemala con l’obiettivo di diffondere l’arte dei burattini e del teatro di figura; in occasione della loro tournée italiana, porteranno per la prima volta all’interno del festival, insieme agli attori e allievi della compagnia NATA, i teatri Lambe Lambe, ovvero dei teatri in miniatura con dentro una breve storia per spettatore singolo.
Nati nei primi anni del ‘900, i Teatrini Lambe Lambe sono delle micro – opere molto diffuse in tutto il Centro e Sud America: si tratta di piccolissimi teatrini, decorati e colorati, che contengono al loro interno un piccolo spettacolo animato per un solo spettatore alla volta.
A seguire invece avremo in scena “Acqua Matta”, spettacolo di burattini che tratta della tematica dell’acqua: dell’uso, dell’abuso, dell’inquinamento e del valore infinito che questo bene può avere, soprattutto quando non c’è. I burattini, naturalmente, lo fanno a loro modo, con la comicità e la satira che li contraddistinguono, senza dimenticare le immancabili gag e bastonate.
Tribolino ha combinato un guaio: ha consumato tutta l’acqua del paese di AcquaMatta per lavare il suo amico Tirapuzze; sua moglie, Ira Sonante, diventa furiosa a tal punto che lo obbliga ad andare in cerca dell’acqua per riparare al danno imminente. Tribolino, ero e antieroe, parte così all’avventura, combinandone di tutti i colori. È un viaggio dentro le fiabe e leggende del Mediterraneo come le storie di Giufà, i racconti della tradizione siciliana di Giuseppe Pitrè e le fiabe italiane di Calvino; inoltre Pulcinella, le Guarattelle Napoletane e la cruda e grottesca comicità di Gargantua e Pantagruel, personaggi inventati da Rabelais nel 1500, sono di ispirazione per lo sviluppo della linea comica di questa avventura.

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI: 335 1980510 – nata@nata.it
INIZIO SPETTACOLI: ore 17:00
INGRESSO GRATUITO