“Esordiadi” 2017: quinta tappa a Bibbiena

Il prossimo 30 settembre presso il campo Sportivo Aldo Zavagli di Bibbiena, in viale Michelangelo, si svolgeranno, a partire dalle ore 15.00, le Esordiadi, quinta tappa del circuito provinciale organizzate in questa occasione dall’Atletica Avis Bibbiena.
L’Atletica Avis Bibbiena è nata molti anni fa sotto la guida di Romano Cipriani. Lasciata per qualche temo senza affiliazione, è stata rimessa in gioco da due ex atlete di Romano: Stefania Cecconi e Silvia Ciabatti.
Queste ultime, con l’aiuto del Presidente Sordi Stefano, a cui si sono aggiunti poi Angelo Mattoni ed Enrica Lusini, hanno creato un gruppo di giovani atleti che hanno iniziato a frequentare il corso di atletica presso il campo di Bibbiena e la palestra del Corsalone, luogo dove abitualmente si svolge l’attività. I giovani atleti, fin dalle prime esperienze, hanno ottenuto buoni risultati in quanto alcuni di loro come Francesca Occhiolini, Vittoria Lusini, Riccardo ganci, Alice vannini, e Nina Bruni hanno ottenuto buoni piazzamenti e vittorie delle varie edizioni delle Esordiadi.
L’Assessore allo Sport Francesca Nassini, salutando i piccoli atleti in erba di tutto il Casentino e la Provincia di Arezzo commenta: “Sono particolarmente felice di poter ospitare a Bibbiena questa tappa delle Esordiadi, una festa dello sport, quello vero, dove l’amicizia diventa qualcosa di molto speciale e si impara a vivere cadendo e rialzandosi insieme”.
E’ lo stesso assessore ad annunciare la presenza, nella giornata del 30, del Presidente del Panathlon Piero Ferruzzi, il quale consegnerà le pergamene per la Carta Etica sia per i genitori che per i ragazzi.Accanto a Ferruzzi sarà presente anche il presidente Coni provinciale Giorgio Cerbai.
Il Comune di Bibbiena ha sottoscritto la Carta Etica, che nasce da due documenti di cui è la sintesi: la “Carta dei diritti del ragazzo nello sport” e la “Carta dei doveri del genitore nello sport”. Con la firma del protocollo, Comune di Bibbiena e Panathlon si impegnano a diffondere detti valori e principi presso le società sportive del territorio comunale.
Le società sportive, potranno sottoscrivere la dichiarazione assumendosi l’impegno a elaborare programmi di allenamento che favoriscano la socializzazione all’interno del gruppo, tenendo conto dell’età e della predisposizione dei giovani atleti, a eliminare ogni forma di discriminazione, a prevenire eventuali effetti negativi della pratica sportiva e a diffondere tra i genitori che accompagnano i figli agli allenamenti la “Carta dei doveri del genitore nello sport”, per evitare eccessi e atteggiamenti negativi.
Nassini commenta: “Questo è il primo evento nel quale presenteremo la Carta Etica direttamente ai genitori e alle società. Ad ogni evento sportivo che si svolgerà sul nostro territorio da qui in avanti faremo lo stesso, fino a far recepire a tutte le società questa importante istanza per lo sport e per il bene dei ragazzi”.