Grande tennis a Bibbiena: il torneo Open “Memorial Cristina Sacchi”

Foto di gruppo con i vincitori dell'edizione 2017

Il Torneo Open Maschile – Memorial Cristina Sacchi promosso dal Tennis di Bibbiena ha richiamato molti atleti che quest’anno sono accorsi anche da Argentina, Bielorussia e Svizzera. Oltre 50 tennisti richiamati sulle terre rosse di Bibbiena da una manifestazione di alto valore sportivo che mette a disposizione un montepremi interessante di 3 mila euro.

Giocatori favoriti due grandi del tennis come Bracciali e Trevisan. La finale è prevista martedì 17 Aprile alle ore 21.00 presso il rinnovato Palatennis di Bibbiena e sarà uno spettacolo assicurato.

Il Torneo Open di Bibbiena rappresenta una delle manifestazione più spettacolari del panorama toscano, complice anche la superficie rapida dei bellissimi campi in play-it degli impianti di Bibbiena. Il montepremi, che dallo scorso anno è stato portato a 3 mila euro, è messo a disposizione della famiglia Sacchi e dal marito Stefano Falsini, in ricordo della compianta Cristina Sacchi, il cui padre Gianni ha sempre seguito da vicino, come socio storico, la crescita del Tennis bibbienese e in cui la figlia vi è praticamente cresciuta.

Nel corso degli anni il torneo ha ospitato nomi importanti, dal vincitore Claudio Grassi a Daniele Capecchi, 800 al mondo e molti altri.

L’Assessore Francesca Nassini commenta: “Poter vantare sul territorio una società come l’AT Bibbiena è un vero onore e una grande soddisfazione. Manifestazioni importanti dal punto di vista sportivo come l’Open Maschile, rappresentano un bel modo di promuovere le nostra strutture e il nostro modo di fare sport e accoglienza. Tra l’altro gli investimenti fatti sulla struttura hanno portato a risultati importanti in termini di “vivibilità” del contesto e di apprezzamento da parte degli atleti che vengono anche da molto lontano. Il Torneo Open è una vetrina perfetta, ma anche l’esito, diciamo, di un percorso fatto di sacrifici che coinvolgono persone appassionate, allenatori capaci, dirigenti lungimiranti. Complimenti a tutti e grazie alle famiglie Sacchi e Falsini per la disponibilità a sostenere il montepremi”.