Il Teatro Dovizi residenza d’artista: atteso il burattinaio Luca Ronga

Luca Ronga

I Teatri sono luoghi della cultura, dell’incontro e della contaminazione; sono luoghi in cui vengono accolti spettatori e artisti, in uno scambio reciproco di emozioni e suggestioni. I Teatri sono la casa di una comunità, quella di pubblico e operatori, una comunità che condivide gli stessi interessi e le stesse passioni, contribuendo a rendere quella stessa casa un luogo vivo, aperto e accogliente.
Allo stesso tempo, i Teatri sono necessariamente la casa degli artisti, di coloro che svolgono il proprio lavoro in funzione dello spettacolo dal vivo, di quell’incessante incontro tra il desiderio di assistere e ascoltare e la necessità di esprimere e raccontare attraverso i linguaggi del palcoscenico.
A partire da lunedì 9 ottobre fino a sabato 14, il Teatro Dovizi di Bibbiena, storica “casa” della Compagnia NATA, aprirà le porte alle fasi finali della “residenza artistica” di un grande burattinaio di fama internazionale: Luca Ronga, assistito da una nutrita equipe di collaboratori.
Qui, presso il piccolo teatro nel cuore di Bibbiena il noto burattinaio metterà a punto e presenterà in prima nazionale il suo nuovo lavoro, “PICCOLO – Uno spettacolo per burattini, un attore, figure e oggetti vari” nato dalla collaborazione tra Ronga la NATA, la Rete Teatrale Aretina e Officine della Cultura.
Luca Ronga, artista poliedrico e dalla lunga esperienza lavora nel teatro dal 1994; si forma alla Scuola di Mimo Corporeo tenuta da Eugenio Ravo, poi si diploma all’Atelier delle Figure / Scuola per Burattinai di Cervia. Da 10 anni lavora e approfondisce le sue ricerche sul teatro dei burattini di tipo tradizionale: dalle guarattelle, secolare tradizione dei burattini a guanto napoletani, ai burattini della commedia dell’arte.
I burattini a guanto di tipo tradizionale diventano per Ronga un’espressione moderna e necessaria: i suoi attori di legno danzano, strepitano e si bastonano musicalmente, spaziando dal tipico teatrino dei burattini alle scene teatrali. Il suo teatro si confronta con attori, cantanti lirici, narratori, burattinai europei e musicisti, ricevendo riconoscimenti e premi di grande valore (quali il prestigioso EOLO AWARDS) mentre I suoi spettacoli circuitano attraverso il panorama teatrale nazionale e internazionale (Austria, Francia, Germania, Israele, Italia, Irlanda, Iran, Scozia, Spagna, Ucraina e Ungheria).

Sabato 14 ottobre alle ore 16:30, all’interno della rassegna “Appuntamenti d’Autunno” presso il Teatro Dovizi, andrà quindi in scena per la prima volta lo spettacolo “PICCOLO”, scritto e diretto da Ronga con un altro importante nome del Teatro di Figura, Gino Balestrino: “Piccolo” è uno spettacolo dedicato alla nascita, non solo a quella dell’evento reale ma bensì alla nascita che continuamente viviamo nel quotidiano.
La nascita intesa quindi come atteggiamento di continua sorpresa nel veder sorgere le emozioni, la propria voce o nello scoprire i colori, così come il tatto, il ritmo ed anche il tempo. Un atteggiamento naturale nei bambini, da riscoprire per gli adulti.
Lo spettacolo mostra Piccolo, burattino protagonista, cadere nel Tempo e cominciare a vivere. Negli snodi che si susseguono Piccolo fa esperienza del mondo e delle sue forme, di codici di comunicazione e simboli, di emozioni e sentimenti, siano questi gioia e stupore, paura e dolore, amore.
Uno spettacolo nel tempo fuori dal tempo dedicato all’infanzia ma anche a quegli adulti che con sorpresa e amore scoprono la vita nei suoi aspetti contrastanti.

Ingresso: 5 €
Info e prenotazioni: 335.1980509 (anche tramite sms e whatsApp)
nata@nata.it www.nata.it