Minisindaci: il XVIII convegno nazionale sarà ospitato al Parco delle foreste casentinesi

Una delegazione di minisindaci d'Italia è ricevuta in Aula dal Presidente del Senato Pietro Grasso in occasione della quattordicesima edizione dell'iniziativa "Coloriamo il nostro futuro", che riunisce ogni anno i minisindaci dei Comuni che si trovano all'interno dei Parchi nazionali.

Gli istituti scolastici italiani aderenti alla Rete di “Coloriamo il nostro futuro” (www.coloriamoilnostrofuturo.eu) o dei Minisindaci delle scuole dei Parchi nazionali d’Italia sono impegnati nella educazione alla legalità, alla cittadinanza attiva, alla cura dell’ambiente, alla valorizzazione dei territori dei Parchi. Per realizzare queste finalità ogni scuola aderente al progetto ha dato vita al suo interno ad un Consiglio comunale dei ragazzi, dove gli alunni fanno esperienza di “democrazia partecipata” (gestiscono un piccolo fondo finanziario, definiscono obiettivi, deliberano in vista del bene comune, interloquiscono con gli amministratori locali). Ogni anno si svolge un convegno nazionale, luogo di incontro e di confronto tra tutti i ragazzi della Rete. Dal 2014 tutti gli istituti comprensivi del Casentino hanno aderito al network e, nel 2018, il convegno, arrivato alla XVIII edizione, si svolgerà proprio in questa area, dal 16 al 19 maggio.
Gli iscritti al Convegno sono, alla data odierna, 365 tra adulti e ragazzi. Alloggeranno a spese delle loro organizzazioni presso strutture ricettive di Poppi, Bibbiena, Badia Prataglia, Chiusi della Verna e Chitignano.
I pranzi e le cene saranno organizzati dalle pro loco di Moggiona, Poppi, Badia Prataglia Pratovecchio, Stia, Corsalone, Corezzo, secondo le modalità stabilite in uno specifico accordo di collaborazione.
Il programma prevede, oltre alle procedure per l’assegnazione delle cariche elettive e a momenti di convivialità e interscambio, escursioni guidate nel parco nazionale delle Foreste casentinesi, visite ai luoghi di divulgazione (Museo della lana, Osservatorio astronomico, Museo della montagna e dello sci) e alle emergenze artistiche dei comuni.
“Uno dei principali obiettivi che affifdiamo ai nostri turni di volontariato nel Parco è quello di sensibilizzare e formare opinion leader spontanei della cultura ambientale. Il progetto dei minisindaci, che vede in prima linea gli istituti scolastici, investe sui temi fondanti della democrazia rappresentativa e articola alcuni dei valori più importanti: la ponderazione della scelta, la determinazione nel perseguimento di obiettivi e il senso di responsabilità nel realizzarli. Non vedo modo più incoraggiante per iniziare a immaginare la governance dei parchi italiani negli anni a venire”. Luca Santini, presidente dell’area protetta.

U.s. parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna
tel. 0575. 503037
337. 1482463 – 338. 3402254

Comunicato stampa
10 maggio 2018