Montemignaio, i vincitori del XII premio letterario intitolato a Alboino Seghi

Il sindaco Roberto Pertichini durante la premiazione

A Montemignaio si è svolta la premiazione dei vincitori del XII premio letterario intitolato ad Alboino Seghi, organizzato dal Centro Culturale “Davide Calandra”. La giuria presieduta da Fernando Agnoloni, ha assegnato nella sezione poesia il primo premio a Emanuele Cilenti con “Nel giardino dell’orco”, il secondo premio a Massimiliano Bartolucci con “Abruzzo” e il terzo a Giuseppe Salvatore con “Terra Madre”. Sono stati inoltre segnalate in questa sezione le opere di Francesco Pietro Masu (L’ultimo viaggio), Simone Censi (Dritto contro il vento) e Tiziana Munari (La scorta).

Nella sezione narrativa, ha prevalso Luigino Vador con “La prova del nove”, davanti ad Ornella Sala con “Uno stupido campanile” e al terzo posto Gloria Venturini con “Trentatré giorni”. Le segnalazioni in questa sezione sono andate a Tiberio La Rocca con “15 novembre 1973”, Alberto Diamanti con “I ragazzi della sezione E” e Chiara Dall’Ara con “L’ultimo calice di Baldaccio”.
“Grazie al Centro Culturale Davide Calandra – ha commentato il Sindaco di Montemignaio Roberto Pertichini – per l’ottima organizzazione del premio letterario Alboio Seghi, svoltosi nella nostra bellissima pieve di Santa Maria Assunta. Un plauso a tutti gli organizzatori e partecipanti, perché sono veramente belle tutte le opere presentate”. Alboino Seghi, noto scrittore e poeta, studioso ma soprattutto conoscitore e appassionato della montagna e dei suoi mille racconti, è stato fino alla fine dei suoi giorni un testimone della vita di un tempo e dei cambiamenti nella società rurale di Montemignaio e del Casentino.

Poppi, 03 agosto 2018.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa