Ponte a Poppi: strage evitata per miracolo, catturato un malvivente in fuga dai CC

Il momento dell'arresto

Incidente davanti alla sede dell’Unione, interviene anche il Corpo Unico di Polizia Municipale

Poteva essere una strage, evitata per miracolo a Ponte a Poppi dove un malvivente in fuga dai Carabinieri è piombato in paese a tutta velocità a bordo della sua auto, perdendone il controllo e finendo la sua corsa dopo una lunga quanto inutile frenata, andando a schiantarsi sul muretto di cinta della sede dell’unione dei Comuni Montani del Casentino in Via Roma, danneggiando la recinzione in muratura e la ringhiera in ferro. Il fatto è avvenuto poco dopo le ore 10, in un momento in cui la strada era normalmente trafficata. L’uomo, un cittadino straniero, illeso nonostante il violento urto, è sceso dall’auto, ha buttato il cellulare poi recuperato dai CC, ed è stato in pochi secondi bloccato e tratto in arresto dai militari dell’Arma che lo stavano inseguendo, mentre dal vicino ufficio del Corpo Unico di Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni anche gli agenti erano usciti e stavano raggiungendo il fuggiasco. La strage è stata sfiorata, perché l’uomo – che proveniva da Bibbiena e stava per entrare in paese – aveva appena superato il ponte sul torrente Sova sorpassando un TIR e procedendo completamente contromano a velocità folle. Ha sfiorato un’autovettura che procedeva in senso inverso, ha perso nella frenata il controllo della sua Lancia Lybra grigia priva di assicurazione, e ha fermato la sua corsa contro il muro, in un momento in cui anche il piazzale stesso dell’Unione era frequentato come sempre da lavoratori e passanti. In pochi istanti, come dicevamo, i Carabinieri hanno raggiunto ed arrestato il protagonista di questa brutta vicenda; successivamente si sono messi sulle tracce di eventuali altri malviventi, perché stando alle prime ricostruzioni l’uomo, che sulla sua macchina viaggiava da solo, avrebbe invece avuto dei complici. Subito sul posto si è precipitata tanta gente, molti infatti avevano visto quest’auto entrare in paese a quella velocità. Il traffico è stato rallentato per alcuni minuti, gli agenti della Polizia Municipale hanno limitato il disagio regolando la circolazione finché il carro attrezzi non ha consentito la rimozione del mezzo incidentato. Terminate le verifiche ed i rilievi anche la strada è stata liberata e tutto è tornato alla normalità in attesa di ulteriori sviluppi dalle indagini.

Poppi, 02 novembre 2016.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa

incidente-unione