Robot da cucina vs planetaria, qual è più utile in cucina?

Un eterno dilemma per coloro che sono soliti a passare del tempo in cucina nel preparare ottimi piatti è quello di capire chi tra la planetaria e il robot da cucina risulta essere più utile. Da una parte abbiamo la planetaria, accessorio da cucina che ormai è presente in moltissime case, quella che viene definita la scoperta del secolo. Quest’ultima, nonostante il nome evochi tutt’altro, non è altro che un’impastatrice, che Montersino rese nota al pubblico facendo impazzire l’umanità intera.

Dall’altra parte abbiamo invece i robot da cucina, che ora si sono evoluti nella denominazione di “food processor”, che in tantissimi hanno utilizzato per realizzare impasti di torte e pizze ottenendo dei risultati più che apprezzabili.

Capire quale dei due elettrodomestici sia il migliore in cucina non è semplice, prima di vedere le considerazioni in merito, vogliamo consigliare a coloro che sono prossimi all’acquisto di approfondire l’argomento attraverso appositi servizi web dedicati al confronto e alla recensione dei prodotti disponibili in commercio. Date quindi una lettura ai confronti tra impastatrici proposti da recensionisulweb.com, non che all’analisi dedicata al mondo delle planetarie. Affidarsi a un motore di ricerca spesso non è la soluzione migliore, a causa di pubblicità, spam e recensioni ingannevoli. Con questo servizio potrete valutare prodotti della stessa categoria, capendo come distinguere quello maggiormente adatto alle proprie esigenze.

Tornando al confronto tra planetaria vs impastatrice, per scegliere l’elettrodomestico più utile prevede l’effettuazione vedremo un test che le mette all’opera nella realizzazione d’impasti: per lievitati, per frolle e masse montate. In aggiunta a questo vengono considerate anche alcune caratteristiche come le funzioni, accessori, estetica e prezzo, che comunque hanno il loro peso nella scelta finale.

Partiamo con gli impasti per lievitati, per la realizzazione di pizze, focacce, piadine e grandi dolci quali pandori, panettoni, colombe. La planetaria qui sembrerebbe indispensabile, ma siete proprio sicuri che siete intenzionati ogni volta a regalare 40 minuti della vostra vita per realizzare un impasto? Questi sono i tempi medi dell’elettrodomestico, decisamente superiori rispetto all’esecuzione di un impasto a mano o con il robot. Proprio per questo motivo, qui la scelta ricade per il buon vecchio robot da cucina.

Per quanto riguarda gli impasti per frolle la sfida tra i due elettrodomestici si conclude con un sostanziale pareggio, il risultato finale sarà lo stesso e anche in termini di tempistica la planetaria impiegherà solo un paio di minuti meno. Per gli impasti per masse montate invece la planetaria è in grado di garantire qualche minuto in meno di lavorazione grazie alla sua mega frusta professionale, per cui in questo campo è sicuramente la scelta migliore.

Guardiamo invece a quelle che sono le caratteristiche, funzioni e accessori di tali elettrodomestici, per quanto riguarda la potenza i robot da cucina sono più “sinceri” nelle potenze erogate che vedete sulle confezioni di vendita. Capita infatti che 1000 Watt di una planetaria, con il motore nel blocco macchina, siano effettivamente 500 Watt finali, mentre un robot da 1000 Watt erogherà potenza per tale soglia. Per il peso, una planetaria mediamente pesa 9 kg, contro la metà del robot, che risulta quindi più maneggevole e facile da spostare.

Le funzioni sono pressoché molteplici e simili per entrambi gli elettrodomestici, mentre il prezzo di vendita è a favore del robot da cucina. Emerge quindi che il robot da cucina sia preferibile rispetto alla planetaria, che può vantare punti a favore solo su poche voci di confronto.

(art. spons.)