Stia, un importante riconoscimento per il Maestro Artigiano Massimo Savelli

Giorno di grande emozione, il 1 Maggio 2017, per tutto lo staff di TACS. Nel contesto della Festa del Battilano (storica ricorrenza che affonda le sue radici agli albori dell’attività del Lanificio di Stia), il Maestro Artigiano Massimo Savelli ha ricevuto un sentito riconoscimento per la sua quarantennale carriera. Al termine della Festa del Battilano, celebrata nell’auditorium del Museo dell’Arte della Lana, il Sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri e la Presidente della Società di Mutuo Soccorso Marica Marzenta hanno consegnato al patron di TACS una targa di encomio per aver “contribuito, con capacità e passione, alla valorizzazione e promozione del Panno Casentino, espressione del più autentico spirito artigianale del nostro territorio”. Un riconoscimento che è anche omaggio all’intera attività della famiglia Savelli, che aveva visto in Bruno (ex capo operaio del lanificio, fondatore dell’azienda e storica guida del Mutuo Soccorso di Stia) la sua origine e trova ora nella guida di David la terza generazione di una tradizione produttiva d’eccellenza. Emozionatissimo, Savelli ha commentato al termine dell’evento: “È il premio più caro, consegnato in un luogo che ha un fortissimo significato simbolico per me e per la mia famiglia e che oggi trova forza vitale nelle sue caratteristiche museali. Ricevere questa targa e vedere l’affetto della popolazione è il miglior riconoscimento per tanti anni di sfide, fatiche e soddisfazioni imprenditoriali portate avanti anche per amore di questo territorio”.