Sufismo e misticismo alla corte di Federico II. Una conferenza ai piedi del monastero di Camaldoli

 

Un weekend ai piedi del Monastero di Camaldoli tra seminari, meditazione, poesia e tradizioni culinarie antiche, alla scoperta delle radici culturali europee a cura dell’associazione Silenceart & Pace.

L’eclettica figura dell’imperatore Federico II di Svevia, sarà il protagonista del settimo incontro organizzato dall’associazione culturale Silenceart & Pace con il Patrocinio del Comune di Bibbiena, in programma dal 30 settembre al primo ottobre nell’affascinante location del borgo medievale in località di San Martino a Monte, in Casentino. Sul crinale appenninico tosco-romagnolo che conduce a Camaldoli avrà luogo un incontro di due giorni tra conferenze, dibattiti, momenti conviviali e spirituali, con l’approfondimento della scuola poetica siciliana e della corte federiciana – dove operavano alcuni tra i maggiori filosofi e mistici dell’epoca come Michele Scoto, Teodoro di Antiochia e alcuni esponenti del sufismo Ibn Sabìn, Avveroè e Avicenna.

“Il terzo vento di Soave”, così Dante lo qualifica nel canto sesto del Paradiso, ha lasciato un segno nella storia per altri e forse più straordinari meriti che servono a riassumere la sua straordinaria superiorità culturale. La scuola poetica siciliana, fondata da Federico II, furono salutate con entusiasmo da Dante e dai suoi contemporanei Guittone D’Arezzo e Bonagiunta Orbicciani che anticiparono di almeno un secolo l’uso dell’idioma toscano. Federico fu il primo monarca moderno a porre il sapere sullo stesso livello della prassi politica, ritenendolo un fondamentale principio di civiltà. L’imperatore della casata di Svevia è stato un personaggio controverso. Amato da pochi, temuto dagli altri – sia nemici che amici – Federico era il protagonista indiscusso del suo tempo, al punto da meritarsi l’appellativo di Stupor Mundi. A partire da questa l’appuntamento offerto da Silenceart&Pace, si rivolge ai cultori della materia, ma anche a tutti coloro che desiderano trascorre un weekend di riflessione e cultura nella cornice incantata della valle del Casentino.

Il programma prevede l’accoglienza a partire dalle 11:00 di sabato 30 settembre, mentre dalle 15:00 avranno inizio i seminari ad ingresso gratuito. I temi sono affrontati grazie all’incontro ad ampio respiro con diversi autori e studiosi, che danno luce al pluralismo interculturale del Mediterraneo siciliano e alla spiritualità Sufi che si respirava alla corte federiciana.

Tra i relatori della prima giornata l’antropologo Giovanni Nocentini, la critica letteraria Carla De Bellis, che reciterà alcune poesie dal libro di Pino Blasone, filosofo e studioso del pensiero islamico, “Poesia Araba dalle Origine al XII sec. dalla Siria all’Egitto, dalla Sicilia all’Andalusia “, e Carlo Ruta, storico, saggista e studioso del mondo mediterraneo, e il poeta Luca Cesari che leggerà dal suo libro “Serafica Impressione”. Sempre il 30 settembre alle 17:45 è fissata la conferenza che è al cuore di tutti gli incontri, sul tema “Federico II, il Sufismo e la Massoneria” dal libro di Gabriele Mandel a cura di Nazzareno Venturi, scrittore, docente di scienza psico-pedagogiche presso il MIUR. Infine il poeta cavaliere sufi Naqshbandi Onide Hamza Fabbri.
La giornata del primo ottobre comincerà alle 9.00 e vedrà ospiti d’onore con interventi di Moqaddem Sidi Jamaluddin Ballabio rappresentante della Confraternita mistica Sufi Naqshbandi in Italia. Nel pomeriggio appuntamento con un tè alla rosa, insieme ad Eliana Iorfida, autrice del romanzo “Sette paia di scarpe” (Rai Eri, 2014), di cui l’autrice leggerà alcuni estratti con l’ accompagnamento musicale di Ruggero Vartolo all’oboe.

Per motivi organizzativi l’incontro sarà aperto a tutti, previa prenotazione tramite gli indirizzi elencati fino al 28 settembre. E’ inoltre possibile anche pernottare nel borgo di San Martino a Monte per tutta la durata dell’incontro. Per il programma dettagliato e completo di tutti gli incontri all’indirizzo mail silenceartinfo@gmail.com o al numero di telefono 333 1399722.
INDIRIZZO: CASE NUOVE – LOCALITA’. SAN MARTINO A MONTE DI SOPRA, (AR)
COME ARRIVARE: 1. SOCI DI BIBBIENA – LIERNA – SAN MARTINO A MONTE DI SOPRA