Inaugurata la nuova sede distaccata dell’Unione dei Comuni

Unificati nello stesso edificio il servizio di forestazione, protezione civile e Com Casentino.

E’ stata inaugurata ieri, 29 novembre 2019, la nuova sede distaccata dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, in località Pianacci nel comune di Bibbiena. All’evento hanno partecipato il presidente dell’Ente Lorenzo Remo Ricci, il vice presidente con delega alla forestazione Giampaolo Tellini, l’assessore regionale all’agricoltura e politiche della montagna Marco Remaschi, l’assessore regionale alle infrastrutture, mobilità e urbanistica Vincenzo Ceccarelli, la consigliera provinciale Laura Seghi, il già direttore generale del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile Elvezio Galanti e tutti sindaci del Casentino. Il ricordo è andato ad Alfredo Bresciani, ex dipendente dell’Unione e professionista d’eccellenza in tema di forestazione. “Un altro obiettivo centrato dall’Unione – ha dichiarato il presidente Ricci – un ringraziamento va al vice presidente che ha lavorato affinchè tutto fosse pronto e operativo in poche settimane e a tutte le autorità che hanno partecipato. Da oggi l’Ente avrà una nuova sede operativa, dove i settori di forestazione e protezione civile lavoreranno a fianco in un ambiente nuovo, efficiente e sicuro”. Un unico progetto quindi, con due obiettivi centrati: unificare il servizio di forestazione e protezione civile, con operai e impiegati che lavoreranno concentrati in un’unica sede, e rendere operativo il COM, la cui struttura è conforme alle normative vigenti e pronta in caso di emergenza. “Quello che abbiamo inaugurato è un progetto al quale in pochi credevano – ha dichiarato il vice presidente Tellini – non è stato facile, ma i dipendenti hanno capito i vantaggi che questa operazione avrebbe portato e si sono allineati lavorando al mio fianco in modo che tutto fosse pronto in tempi record. Come in ogni corsa, anche quella più difficile, è arrivato il momento in cui siamo riusciti a tagliare il traguardo rendendo operativa una struttura riqualificata che oggi offre la possibilità di lavorare in armonia, con tutto quello che serve per garantire la massima efficienza dei servizi. Con la riorganizzazione di questi mesi, all’Unione il vento è cambiato. Il ricordo della giornata è andato ad Alfredo Bresciani, che oggi sarebbe stato sicuramente orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto”. Soddisfatto anche l’assessore regionale Marco Remaschi: “Non posso che complimentarmi con il lavoro realizzato – ha dichiarato – in poco tempo è stato recuperato un edificio di proprietà della Regione ma in disuso per farne un centro operativo di servizi fondamentali come la protezione civile e la forestazione che saranno ancora più efficienti e vicini al territorio”. “Dopo anni in cui l’Unione dei Comuni del Casentino è stata messa in discussione, stiamo vivendo una fase in cui invece questo Ente si sta rafforzando e riorganizzando, centrando obiettivi importanti come l’inaugurazione di questa nuova sede – ha dichiarato l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli – l’Unione è la casa dei comuni, dove insieme si affrontano i problemi e si trovano le soluzioni, e credo che sia davvero fondamentale in territori come quello casentinese, dove i piccoli comuni hanno bisogno di un riferimento”. La chiusura degli interventi, che hanno preceduto il taglio del nastro, è stata poi affidata ad Elvezio Galanti, massimo esperto di Protezione Civile a livello nazionale: “I servizi di Protezione Civile hanno bisogno di centri operativi come questo – ha dichiarato – è importante informare e lavorare on i comuni affinchè questi poi facciano altrettanto con i cittadini. Metto la mia conoscenza a disposizione di questa vallata per crescere in termini di sicurezza e di organizzazione in tema di protezione civile”. L’Ente si prepara ad un’altra tappa importante del piano riorganizzativo, ovvero l’inaugurazione nelle prossime settimane delle due sedi di polizia municipale.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa