450mila euro per la nuova sede dell’Unione dei Comuni: ci sarà anche un auditorium

La Regione investe 450 mila euro per la realizzazione della nuova sede dell’Unione dei Comuni del Casentino


Con un emendamento presentato dal capo gruppo di maggioranza Vincenzo Ceccarelli durante il Consiglio che si è svolto nella notte tra il 22 e il 23 dicembre, la Regione Toscana ha deliberato la destinazione di 450 mila euro di contributi per la realizzazione della nuova sede dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, che diventerà anche Auditorium e punto strategico per la protezione civile dell’intera vallata. L’impegno economico dei comuni quindi si riduce grazie alla partecipazione della Regione. La struttura che ospitava l’Ente doveva essere adeguata sismicamente e considerati i costi troppi elevati di una ristrutturazione, verrà demolita nelle prossime settimane. Solo l’ala ovest dell’edificio, che ospita parte dei servizi potrà continuare ad essere utilizzata grazie ad un piano che ne prevede la messa in sicurezza, la bonifica e l’efficientamento energetico. Il resto dello stabile è già stato sgombrato e sarà demolito per poi essere sostituito da una nuova costruzione, più piccola, su due piani e comprensiva di un Auditorium disponibile per le iniziative della vallata. La nuova sede diventerà anche punto strategico di Protezione Civile per l’intero Casentino, da Pratovecchio Stia a Subbiano. L’obiettivo degli amministratori nel nuovo anno è quello di dare vita ad un Unione nuova che risponda alle esigenze di oggi e che sia punto di riferimento per tutti i comuni, sia quelli che ne fanno parte che quelli che ne sono fuori, un Ente che diventi davvero strategico per la gestione di servizi importanti, che necessitano di essere organizzati e pensati a livello territoriale, come Casentino.

“Un ottimo risultato che ha fatto seguito alla lettera che ho inviato al presidente della Regione Eugenio Giani, il quale ringrazio insieme al capogruppo di maggioranza Vincenzo Ceccarelli, per aver accolto il mio appello e quindi deciso di dare un contributo così importante al nostro progetto che prevede non solo una struttura per la nuova Unione ma anche un punto di riferimento per tutti i comuni  – ha dichiarato il vice presidente e assessore ai lavori pubblici e protezione civile nell’Ente Giampaolo Tellini – l’Unione nel nuovo anno riparte da una sede sicura e diventa a tutti gli effetti punto nevralgico del Casentino, continuando un percorso di riorganizzazione già iniziato con numerose riforme che hanno delineato un ente nuovo. Il supporto della Regione si traduce anche in un importante aiuto per il bilancio che inizia il nuovo anno guardando al futuro”.

“Il 2021 sarà l’anno di svolta per l’Unione dei Comuni, mi auguro che la nuova sede grazie al contributo della Regione Toscana e dei singoli comuni che fanno parte del progetto, diventi un punto di riferimento per l’intero Casentino – ha dichiarato il presidente Lorenzo Remo Ricci – la nuova struttura, costruita nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, diventerà anche punto strategico per la protezione civile e auditorium, una nuova opportunità per tutta la vallata”