A Badia Prataglia torna il Carnevale delle sette merende

 

La tradizione carnevalizia delle “7 merende”, recuperata da qualche anno, risale agli anni Trenta del Novecento. Caduta in disuso negli anni Ottanta – e riscoperta e riproposta grazie al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi – è un modo originale, gioioso, divertente e spensierato, per stare insieme in occasione del carnevale. I bambini si trovavano tutti insieme per poi spostarsi nei “castelletti”, nuclei abitativi che caratterizzano la stazione climatica sul crinale tosco romagnolo. Facevano una questua casa per casa che si concludeva con una succulenta merenda a base di uova, salsiccia e pane.
Domenica alle 9:30, all’interno del programma “Neve e natura”, promosso dal Parco, è prevista la partenza di un’escursione con ciaspole nella foresta di Badia Prataglia (Capanno – Monte Penna). Alle 16:00, presso il centro visita del Parco, sarà possibile assistere al racconto animato di Fata Borbotta “A carnevale ogni squola vale”. A seguire ci sarà la tradizionale merenda a base di uova e salsicce, con musica e canti della tradizione.

Informazioni e prenotazioni presso la Cooperativa Oros (335. 7987844 – 335. 6244537).

Ultimi Articoli

Voci dal Casentino: “Martedì d’autore”… incontri letterari in una cornice perfetta

L’Associazione culturale “La cornucopia” e nella fattispecie il presidente Giulio Locatelli, scrittore e poeta subbianese, ha istituito per più martedì estivi, degli incontri riguardanti...

Bibbiena, tutto pronto per l’inaugurazione dell’Imagine Camp di Santa Maria

Gli street Artist Andrea Crespi e Manu Invisible hanno completato il lavoro sulla pace nel campo da basket di Piazzale John Lennon che sarà...

Oltre 2 milioni di euro per la rigenerazione culturale, sociale ed economica di Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo

Unici territori della vallata ad aver vinto il bando ministeriale.  Uno straordinario risultato per Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo, i due comuni casentinesi accomunati...