A Bibbiena inaugurata la nuova Casina della Musica

Vagnoli: “Festa della cultura e della socialità”

La Filarmonica Sereni di Bibbiena ha la sua casa. Sabato scorso 27 novembre è stata inaugurata la Casina della Musica di Bibbiena, sede della storica filarmonica del paese che ha più di 210 anni. Per il territorio comunale è la seconda casina della musica dopo quella di Soci.

 Il Sindaco Filippo Vagnoli commenta: “Aprire un luogo per la musica significa dare un orizzonte di vita più ampio alla cultura e alla socialità. Grazie agli assessori Bronchi e Nassini che hanno portato avanti con cura e determinazione questa iniziativa che oggi ci fa gioire non solo e non tanto per uno spazio, ma per aver dato un luogo alle idee, ai progetti e alle persone che ogni giorno si impegnano per rendere la nostra comunità più viva e attiva”.

 La nuova casina della musica si trova nel contesto della scuola primaria di Bibbiena. Si tratta di un immobile molto accogliente, con spazi adeguati per consentire l’organizzazione delle prove della Filarmonica che si tengono ogni venerdì.

 Lucia Busi, presidente della Filarmonica commenta: “Una grande emozione poter avere un luogo in cui potersi sentire a casa in ogni senso. La nostra realtà viene da lontano, ma guarda al futuro con ottimismo, un ottimismo che vogliamo coltivare anche dandoci da fare con iniziative che portino tra noi anche i più giovani”.

 Nel 2019 la Filarmonica ha festeggiato il novantesimo compleanno del Maestro Danilo Sereni, che ha dato la sua vita per questa associazione a ha avviato alla musica generazioni di bibbienesi. Nel 2019 il Sindaco aveva portato personalmente una targa al Maestro e la Filarmonica aveva realizzato un libro per raccontare i 200 anni di musica e di vita di questa realtà.

 L’apertura della seconda casina della musica nel territorio del comune rientra nell’impegno dell’amministrazione di “mettere al sicuro” tutte le associazioni, per usare le parole dell’Assessore Bronchi.

 Bronchi commenta: “Ci siamo impegnati molto in questi anni per trovare sedi alle realtà associazionistiche. Penso ai lavori alla Bocciofila, che hanno consentito di avere una struttura ancora più vivibile, accogliente e capace di svolgere la sua funzione di unione tra mondi diversi. Come amministrazione abbiamo inoltre contribuito all’acquisto, da parte di Avis, di una sede propria nel centro storico. Abbiamo assegnato in modo permanente degli spazi di proprietà comunale al Coro di Santa Cecilia nei locali dove era collocata l’anagrafe nella sede temporanea sotto la scuola elementare di Bibbiena. Stessa cosa è stata fatta oggi per la casina musica con un’assegnazione permanente nei locali dei vecchi spogliatoi tennis presso le elementari. Anche per gli Sbandieratori e il carnevale storico della Mea abbiamo fatto la stessa operazione. Inoltre a breve sarà aperto anche un museo della bandiera presso la casa comunale”.

 

Ultimi Articoli

Un pensiero ogni tanto: “Mamma, è sparito il castello”

Mamma, è sparito il castello Tempo di ascolto dell'articolo: 1'03"   -Mamma, mamma è sparito il castello… - Mentre pronunciava queste parole il bambino stava voltato verso il...

Conferenza sindaci, eletto il sindaco di Sovicille: il commento di Vagnoli

“Ieri la proposta dell’Assessore Tanti che mi ha sostanzialmente scelto come il nome adatto per ricoprire il ruolo di presidente della conferenza aziendale dei...

Da oggi si può ottenere il marchio del Parco Nazionale Foreste Casentinesi: ecco come fare

Il marchio del parco nazionale delle Foreste casentinesi. Nel trentennale della sua istituzione, parte il progetto che permetterà all'area protetta di "consigliare" aziende agricole, strutture...