A cura di Christian Bigiarini e Fabrizio Cardoni

Si sono conclusi da poco gli spogli relativi al Referendum consultivo sulla fusione tra Bibbiena e Ortignano Raggiolo. La vittoria dei “Sì” nel Comune di Bibbiena (56%, contro il 44% dei “No”) non è sufficiente a permettere la nascita del nuovo assetto istituzionale tra i due paesi. Infatti, la legge regionale prevede che, affinché questa possa avere luogo, sia necessaria la maggioranza dei “Sì” in tutti i comuni coinvolti. A Ortignano Raggiolo, avendo vinto il “No” (59%, contro il 41% dei “Sì”), si sono create le basi, ancora una volta, per ostacolare questo nuovo tentativo di fusione.