A Ponte a Poppi lanciamo “Schegge di legno Bucoso”

Sabato 16 novembre, alle ore 18:00, presso la Libreria Lina Giorgi di Ponte a Poppi, Erica Italiani sarà pronta per parlare delle sue “Schegge”. L’autrice, collaboratrice del periodico Casentinopiù e novella scrittrice, presenterà al pubblico la sua ultima fatica letteraria Schegge di legno “Bucoso” (AGC Edizioni)un libro che in maniera sapiente e originale unisce prosa e poesia in un connubio innovativo tutt’altro che banale. Un testo, quello di Erica, che potremmo definire una raccolta di storie: racconti – surreali, profondi, teneri e originali – e poesie che scavano un po’ di più nell’intimo dell’autrice e ne rivelano la sensibilità e il talento. Marina Martinelli, che ha curato la prefazione, dice di lei: “Erica è un caso a sé, lei è un po’ come i gatti che vedono al buio grazie alle vibrisse, – i loro baffi -. Erica fa la differenza perché non mette il lettore davanti a qualcosa in cui può identificarsi, anzi, lo fa scervellare dando vita a qualcosa che non si aspetta. O meglio, il suo lettore non sa mai cosa può capitargli di scoprire nella pagina dopo e in quella dopo ancora”. 

Christian Bigiarini intervisterà l’autrice e il pomeriggio sarà impreziosito dalle letture di Marina Martinelli. Diretta Facebook a cura di Gabriele Rossi della Libreria Lina Giorgi. L’evento fa parte della serie di incontri che Casentinopiù, in collaborazione con la storica libreria di Ponte a Poppi, dedica ai libri e a chi scrive storie.

 

 

Ultimi Articoli

Dodecaedro: una serata di musica e storie al Teatro Dovizi di Bibbiena

Si terrà martedì 13 dicembre, alle ore 21:00, al Teatro Dovizi di Bibbiena, la presentazione del libro/cd Dodecaedro. Un vero e proprio “concept album”...

Il Natale nel comune di Bibbiena: le iniziative

“Il Natale nel territorio di Bibbiena sarà intimo e all’insegna della tradizione e dello stare insieme. Ringrazio tutte le associazioni, le parrocchie ed i...

Chiude lo storico Bar Bibbiena: la lettera di un gruppo di amici

I bar sono luoghi di socialità. Da sempre. Con la pandemia questi spazi aperti di incontro tra generazioni, avamposti delle nostre piccole frontiere, hanno...