A Poppi la presentazione di “Ritratti di donne aretine”. Della Società storica aretina

Il volume “Ritratti di donne aretine” sarà presentato al Castello di Poppi sabato 30 settembre
alle ore 18, per iniziativa del Comune di Poppi e della Biblioteca Rilli-Vettori, d’intesa con la Società storica aretina, editore del libro. Undicesimo numero della collana “Studi di storia aretina”, il volume ha visto la luce nel dicembre 2015, grazie al contributo del Comune di Arezzo. La presentazione si soffermerà soprattutto sulle donne legate al Casentino, delle quali parleranno direttamente gli autori.
Curato da Luca Berti, “Ritratti di donne aretine” raccoglie gli atti del ciclo di conferenze organizzato dalla Società storica all’Auditorium Ducci, che vide una significativa partecipazione femminile. Comprende quindici profili di donne nate o vissute o in qualche modo legate al territorio aretino, stesi da storici e ricercatori, ordinati dall’epoca antica a quella contemporanea. La ‘galleria’ dei ritratti è aperta dalla ‘poetessa’ romana Sulpicia, trattata da Claudio Santori, e dalla beata Giustina, studiata da Pierluigi Licciardello. Seguono tre donne dell’età moderna: la poetessa Faustina degli Azzi nei Forti (Giovanni Bianchini), santa Teresa Margherita Redi (don Antonio Bacci), la valdarnese Sandrina Mari (Martino Martini e Franco Cristelli). È poi la volta di Ippolita degli Azzi, la cui leggenda medievale originata dalla battaglia di Campaldino fu costruita a partire dall’Ottocento (Simone De Fraja e Giovanni Galli), dell’aretina Angela Mori Racuzzi (Luigi Armandi), della scrittrice Emma Perodi, autrice delle celebri “Novelle della nonna” ambientate in Casentino (Gloria Letizia De Fraja), della contessa Mancini di Bagno di Romagna, vissuta a lungo ad Arezzo (Francesca Martinelli), di Ginna Marcelli di Sansepolcro, imprenditrice nel campo del merletto (Claudio Cherubini), dell’aretina Ida Cartocci (saggio steso da Agostino Coradeschi, prima della scomparsa). Chiudono il libro quattro donne nate nel primo Novecento: Maria Bonini Fiumicelli, radiologo (Italo Farnetani), la valdarnese Dina Ermini (Patrizia Gabrielli), la belga Gabriella De Rosée, sposata a Castiglion Fiorentino (Ivo Biagianti), e Maria Luisa Berneri, figlia di Camillo, nata ad Arezzo e vissuta a Parigi e Londra (Giorgio Sacchetti).
“Ritratti di donne aretine” consta di 328 pagine, con numerose immagini a colori e in bianco e nero. La premessa è firmata dall’assessore alle pari opportunità del Comune di Arezzo, Tiziana Nisini, mentre Luca Berti è autore della prefazione. Facilita l’utilizzo scientifico del volume l’indice dei nomi di persona, opera di Claudia Bassi. Il libro è prenotabile in tutte le librerie al prezzo di 28 euro, ma sabato a Poppi potrà essere acquistato a prezzo scontato.

Poppi, 28 settembre 2017