A Poppi una stanza speciale con 500 disegni dei ragazzi delle scuole medie di Poppi

Di Marina Martinelli

Incontro il prof. Thomas Loddi, insegnante di musica, in una stanza che ospita fiera e incredibilmente viva, ben 500 disegni realizzati da tutti i ragazzi delle classi: 1° A e B, 2° A e B, 3° A e B, delle scuole medie di Poppi.
Al pensiero di molti può risultare strano o quantomeno insolito che lo sposalizio tra disegno e musica, note e colori possa riuscire bene. A pensarci attentamente non è poi così impossibile tenere a braccetto queste due espressioni artistiche. In questo caso è bastato “un guizzo,” un’idea meravigliosamente semplice, e la “magia” si è avverata.
Thomas Loddi si è trovato a dover organizzare delle attività progettuali, attività peraltro che dovevano essere dedicate all’arte, e allora perché no? Si è domandata la dirigente scolastica prof. Alessandra Mucci, e ha fatto sì che l’accoppiata vincente potesse lasciare la sua impronta, e ciò che racchiude questa “stanza irreale” è la risposta di quanto l’idea abbia funzionato.
Un grazie particolare al prof. Paolo Fabiani, insegnante di arte che nel tempo ha trasmesso l’amore per il disegno ai suoi alunni.
Il prof. Loddi è riuscito a trascinare le sei classi in questo progetto fenomenale, ottenendo dai ragazzi, una risposta concreta e tangibile.
I ragazzi, racconta Thomas, sono stati rapiti da questo connubio e si sono lasciati ispirare e portar via dalla musica, mentre le loro mani volavano sui fogli, così l’inverno immaginario di Vivaldi ha ispirato negli alunni il Natale, ad esempio. E ancora pianeti, parchi acquatici, la stessa natura morta, che spesso ritrae strumenti musicali, e il luna park che è saturo di musica con le sue giostre danzanti.
Ogni soggetto ha le sue note, racconta il professore, esiste un momento in cui si perdono le parole e la memoria è un suono, è un gesto, un’idea che ha guardato decine di ragazzi creare a suon di musica disegni sfaccettati, tristi, disegni vivaci, colori impressi su carta che raccontano ognuno di un “IO” diverso.
Questi ragazzi, i nostri ragazzi hanno reso ad un’aula bianca e anonima, un abito bello, leggiadro e a colori, dettato dal cuore di ognuno di loro!
I 500 disegni dei nostri ragazzi sono esposti presso la scuola media di Poppi ed è possibile visionarli tutti i giorni dalle 13.30 alle 15.00, fino al 10 giugno.
Mentre scatto qualche foto ai disegni nella stanza vestita di nuovo, il mio sguardo rapito brilla un pochino di più!
Grazie ragazzi che vestendo la stanza di note e colori, ci avete arricchito di bello!

Ultimi Articoli

Poppi, una mozione della minoranza per l’acquisto di un appartamento nel centro storico

Una mozione è stata presentata dal gruppo di minoranza al consiglio comunale di Poppi in merito all’assegnazione tramite asta di una porzione di edificio...

Poppi, Federico Lorenzoni scende in campo con la lista civica “Costruire il Futuro”

"Costruire il Futuro" è il nome della lista civica che sosterrà la candidatura di Federico Lorenzoni a sindaco di Poppi Poppi (AR) - “È tempo...

​​Fattori psicologici da considerare quando si gioca al Nomini casino

I moderni casinò online permettono agli utenti di mettere alla prova la loro fortuna e la loro abilità, indipendentemente dal luogo e dal budget...