A Pratovecchio Stia il sindaco pianista che scrive canzoni

Si intitola “Il vento sta soffiando” (cliccare sul titolo per ascoltare la canzone) ed è l’ultima fatica musicale di Nicolò Caleri, poliedrico sindaco di Pratovecchio Stia con la passione per la musica e il pianoforte. La canzone fa parte di un progetto più ampio, Dodecaedro, che unisce le capacità artistiche di tanti amici di Nicolò che condividono con lui la passione per le sette note e per la scrittura. “12 canzoni e 12 racconti che esplorano 12 diverse sfaccettature del sentimento più grande e pervasivo: l’amore”. Il vento sta soffiando è la prima canzone che il sindaco di Pratovecchio Stia ha deciso di pubblicare su Youtube proprio nel giorno del suo cinquantesimo compleanno, affidando poi al suo profilo Facebook le motivazioni che l’hanno portato a intraprendere questa nuova avventura. “A dir la verità tutto è cominciato tre anni fa – scrive il sindaco –  quando, dopo una vita in compagnia della mia vecchia tastiera Roland, mi sono concesso l’acquisto di un piccolo pianoforte digitale Yamaha. Non ho idea di cosa sia successo, forse ha ragione Andrea Bertini quando mi prende in giro dicendomi che evidentemente il piano era magico… Fatto sta che nel giro di pochi giorni, giusto il tempo di realizzare come i cani che quella sarebbe stata la sua nuova casa, quel piano bianco immacolato ha cominciato a raccontarmi delle storie (…)”.

La copertina di “Dodecaedro” nella realizzazione provvisoria di Federica Del Grazia

All’inizio, racconta sempre Nicolò, c’è stato il timore di esporsi, di affrontare il giudizio degli altri, ma su questo ha prevalso la passione, la voglia di fare qualcosa in cui si crede, qualcosa che si sogna fin da quando si è ragazzi e si assiste ai primi concerti. E quindi le storie sono arrivate. Anzi, sono “fluite fuori” e con loro la musica che le racconta: 12 canzoni che, come dicevamo, esplorano l’amore in ogni sua declinazione e che danno vita a “Dodecaedro” il progetto che unisce musica e letteratura e che dovrebbe completarsi e uscire nella primavera del 2021. E in questo progetto Nicolò ha coinvolto molti amici: musicisti, cantanti, appassionati di scrittura e di musica. Il vento sta soffiando, per esempio, è cantata da Roberta Soldani, arrangiata e mixata da Andrea Bertini e vede anche la collaborazione di un grande sax soprano, quello del maestro Luca Ravagni, sassofonista, tra gli altri, di Giorgio Gaber.

Un progetto corale che ha il suo fulcro proprio nelle canzoni e nell’ispirazione del sindaco chansonnier che al traguardo del mezzo secolo ha deciso di far uscire, e di condividere con tutti, la musica che aveva dentro di sé prima che gli sfuggisse via, prima che fosse troppo tardi. Del resto, come diceva Vasco,  “le canzoni sono come i fiori, nascon da sole son come i sogni, e a noi non resta che scriverle in fretta, perché poi svaniscono e non ritornano più!”

Oppure, come invece ha detto in una occasione conviviale un amico del sindaco (Filippo Giabbani, ndr): “Perché non è vero che tutti i politici sono parolai, ci sono anche politici parolieri”.