A Pratovecchio Stia, una Via Gluck al contrario…

Pratovecchio Stia, via gli ultimi ruderi dell’ex IPSIA, torna il verde
Il Sindaco Caleri su Facebook: “Una Via Gluck all’inverso”

Stanno terminando, nella zona della cittadella scolastica di Pratovecchio Stia, i lavori di demolizione dell’ex IPSIA, scuola professionale chiusa all’attività didattica dai primi anni ’80 e poi successivamente recuperata in gran parte per erigere la nuova scuola elementare “Paolo Uccello”. Era questo uno degli interventi indicati dall’amministrazione nella strategia triennale delle opere pubbliche.
“Nel luogo prima occupato dai ruderi pericolanti della scuola”, ha scritto sul proprio profilo Facebook il Sindaco di Pratovecchio Sti Nicolò Caleri, “Durante il 2017 apparirà invece un’area di verde pubblico all’interno della quale passerà la ciclopista dell’Arno. L’erba al posto del cemento armato: in poche parole una Via Gluck all’inverso”, commenta Caleri parafrasando la celebre canzone di Celentano di mezzo secolo fa. “Un ulteriore passo avanti sulla strada dell’esaltazione degli aspetti ambientali del nostro territorio; una decisione coerente con l’ambizione di veicolare l’immagine di Comune sede del Parco Nazionale e meta di turismo naturalistico e a mobilità sostenibile”.
Nei prossimi giorni saranno sgombrate le macerie, per far transitare in sicurezza i mezzi che realizzeranno l’ampliamento della mensa delle scuole elementari, senza interferire con le aree frequentate dagli alunni.

Poppi, 03 marzo 2017.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa