Aggiornamenti sul coronavirus dopo la riunione con i vertici della Asl Toscana Sud-Est

Ieri si è tenuta la riunione con i vertici della Asl Toscana Sud-Est per tutti i sindaci dei territori afferenti. Era presente il Sindaco Filippo Vagnoli che intende informare in modo chiaro e trasparente tutti i cittadini del suo comune.

Questi i punti e le indicazioni emerse dall’incontro.

Innanzitutto al momento non ci sono casi nella nostra zona sanitaria ovvero quella della Asl Toscana Sud-est. Siena, Grosseto ed Arezzo. Un punto estremamente importante riguarda i comportamenti da tenere in caso di febbre. Coloro che hanno la febbre devono chiamare il medico di famiglia o il pediatra di libera scelta ma non devono assolutamente recarsi in ospedale.

Spetta al medico di famiglia che raccoglie la telefonata, indagare la situazione e decidere il da farsi.

La visita viene fatta come per qualsiasi normale influenza e se a quel punto ritiene che ci possa essere un sospetto contagio da Covid-19, chiama il 118 e a quel punto il paziente con tutte le precauzioni necessarie, verrà portato nei percorsi dedicati presso l’ospedale di destinazione.

-Chi rientra dalle zone focolaio deve chiamare il numero 800579579

Invece per informazioni generali c’è il numero della regione 800556060 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 15)

Per coloro che hanno attualmente familiari in ospedale (per patologie diverse dal Coronavirus), le visite ospedaliere al momento sono garantite, con l’ingresso di 1 persona per paziente.

Nei prossimi giorni saranno adibite le tende di pre-triage in tutti gli ospedali della Toscana Sud.

Viene inoltre confermata la centralità del Sindaco in questo momento in questi termini: se il Dipartimento di prevenzione della ASL ritiene indispensabile la quarantena, adotta il provvedimento e lo trasmette al Sindaco competente, che in qualità di autorità sanitaria, la fa propria emettendo un’ordinanza, che viene subito trasmessa alla Prefettura.

Hotel e strutture ricettive non possono accettare le prenotazioni provenienti dai comuni focolai (Vo’ Euganeo,Codogno,Castiglione d’Adda,Casalpusterlengo,Fombio,Maleo,Somaglia,Bertonico,Terranova dei Passerini,Castelgerundo,San Fiorano)

Il Sindaco Filippo Vagnoli commenta: “Cerco di informare in tempo reale tutti i cittadini perché ritengo che tutti debbano, in modo molto ordinato e senza allarmismi ingiustificati, attenersi a queste regole. Si tratta di indicazioni molto semplici ma efficaci che ci consentono come autorità ed istituzioni, di tenere la situazione sotto controllo e in un clima di assolta tranquillità. L’appello alla tranquillità lo ribadisco ancora perché non servono follie di massa che, semmai, non fanno altro che rendere il lavoro nostro e degli operatori sanitari in prima linea molto complicato”.

C. stampa