È un falso la notizia dell’aggressione ai danni di un minorenne alla festa paesana di Strada in Casentino? Ne è certo il Vicesindaco Antonio Fani, che si dice “Indignato, insieme ai consiglieri comunali che hanno visto uscire la notizia, per l’appunto falsa, di questo pestaggio”. Fani sta valutando di sporgere denuncia per l’accaduto, “Visto che la notizia è stata ingigantita con titoloni che evocano un paese addirittura terrorizzato, e che si è parlato di nuovo episodio di violenza, come se si trattasse di una striscia, mentre non è affatto così”. Prima di procedere con la denuncia il Vicesindaco si è anche preoccupato di svolgere le opportune verifiche con i Carabinieri e la Polizia Municipale, “I quali mi confermano che non sanno niente, nessuna denuncia è arrivata sul tavolo delle forze dell’ordine, come invece si sostiene negli articoli che sono stati pubblicati”. Ma c’è di più, forse il particolare più indicativo: “A fine luglio – prosegue Fani – non ci sono state feste paesane a Strada in Casentino. Onestamente, faccio fatica a comprendere questa superficialità, non sarebbe stato difficile verificare ed evitare di diffondere false notizie e falsi allarmi”. Notizia che invece è circolata con ampia visibilità e con dovizia di particolari. “Io ne sono stato informato da un consigliere comunale, che l’aveva trovata fra le news in Rete. Poi come sempre succede la cosa si è diffusa a macchia d’olio, senza che nessuno si preoccupasse di verificarla. Al di là dell’episodio sgradevole in sé – conclude Fani – l’accaduto deve farci riflettere, perché soprattutto coi meccanismi di comunicazione odierni basta un attimo per diffondere, ma anche per diffamare, denigrare, colpire, insomma per far credere quello che si vuole a lettori spesso ignari”.

Comunicato stampa
Unione dei Comuni del Casentino
Poppi, 22 agosto 2018