Agostini: i consiglieri di maggioranza dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino si sono presi gioco dei cittadini!

Domenica 3 aprile alle 15,30 è accaduta una cosa grave: avevo convocato in prima seduta il Consiglio dell’Unione per una discussione, aperta agli interventi di associazioni sindacati e cittadini, sul punto nascita e l’ospedale di Bibbiena e sulle garanzie occupazionali per gli operai forestali dipendenti.
Com’è uso in qualsiasi ente, a meno che non si tratti di convocazione urgente, la seduta del Consiglio si sarebbe tenuta in seconda convocazione lunedì 4 alle 21,30. Invece, violando una consuetudine sempre praticata  dall’Unione, 13 su 14 consiglieri di maggioranza si sono presentati alla prima convocazione e hanno svolto il Consiglio, approvando degli ordini del giorno che accettano la chiusura del punto nascita e rinviano genericamente alla Regione il problema del finanziamento dei forestali. Ma la cosa grave è che in questo modo si è tolta la voce a chi subisce le conseguenze del continuo ridimensionamento dell’ospedale di vallata, a chi non sa se potrà continuare a svolgere un lavoro essenziale come la gestione del demanio forestale e il servizio antincendio, a chi vorrebbe l’Unione vicina a chi ha bisogno. A quei consiglieri che hanno beffato i cittadini e tentano poi di ingannarli con i soliti comunicati di regime, voglio ricordare che:
-nella Costituzione c’è un articolo 44 che stabilisce disposizioni a favore della montagna
-l’art.1 della legge sulla montagna n.97 del 1994 prevede azioni in campo sociale “anche mediante la garanzia di adeguati servizi per la collettività”
-l’art.14 della legge sulla montagna stabilisce che le regioni decentrano nei comuni montani attività e servizi fra i quali “ospedali specializzati”!
Nonostante queste premesse, il PD e la Regione, anziché favorire la residenza nelle zone montane, tolgono presidi ospedalieri indispensabili: non è questa la soluzione, bisogna trovare economie in altri ambiti gestionali e mantenere, anzi, migliorare i servizi per chi vive in montagna!
La questione degli operai forestali è ancora più vergognosa: la Regione ha deciso di tagliare da 12,5 a 7,5 milioni di euro il finanziamento dei lavori realizzati con gli operai forestali dipendenti e i restanti 5 milioni dovrebbero venire dalle convenzioni con i consorzi di bonifica. Questi si finanziano con i contributi pagati dai cittadini che, anziché alimentare interventi aggiuntivi di tutela territoriale, andranno a compensare i tagli della Regione. Ma la cosa più grave è che i 120.000 ettari di demanio regionale e in particolare i quasi 12.000 del Casentino sono così destinati all’abbandono e viene gettata al vento l’opportunità di utilizzare questo grande patrimonio per lo sviluppo economico, il miglioramento dell’ambiente e la creazione di opportunità di lavoro, per non parlare dei rischi di frane e alluvioni locali dovuti all’abbandono di strade, piste e altre infrastrutture.
I consiglieri di maggioranza dell’Unione che hanno inscenato il Consiglio di domenica 3 aprile non hanno beffato il presidente Paolo Agostini, ma se stessi e tutti quei Casentinesi che vorrebbero vederli impegnati per il bene della nostra terra e della nostra gente.
 
Paolo Agostini
Presidente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino
 
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma scrive a Ponte a Poppi, in Casentino, dove vive. Sposato con Veronica, babbo di Umberto, direttore del periodico Casentinopiù dal 2013, è anche “scrittore”, giornalista, tabaccaio, “ciclista”, "padelista" e “tennista”: quasi tutto rigorosamente tra virgolette.

Ultimi Articoli

Veneri e Dini (Fdi): ” Il Casentino in ginocchio per i cantieri sulla Sr 71″

Presentata una interrogazione urgente alla Giunta Regionale  Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Gabriele Veneri ha presentato una interrogazione urgente alla Giunta Regionale sulla situazione...

Una nuova proposta: Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi o delle Foreste Sacre?

Ufficio stampa Tasto 89 Oggi 18 luglio prosegue il percorso di alternanza scuola-lavoro in collaborazione con Naturalmente Pianoforte. I ragazzi coinvolti hanno avuto il piacere di...

Il PD di Bibbiena sui disagi della viabilità di fondo valle

Tre grossi cantieri infrastrutturali, disagi per i cittadini, imprese e turisti Tutto questo è sicuramente il sintomo, per fortuna, di una grande trasformazione, ma al...