Al Ciaf di Soci si parla delle truffe agli anziani

 

Quello di domani alle ore 10,30 presso il CIAF di Soci, in occasione del mercato settimanale, è l’ultimo del ciclo di incontri promosso dall’Amministrazione comunale e dalla Stazione dei Carabinieri di Bibbiena per sensibilizzare gli anziani sul problema delle truffe.
Quello delle truffe agli anziani – soggetti socialmente più fragili – è un problema che è in aumento anche nel nostro territorio. E’ uno dei reati più brutti, poiche’ danneggia la vittima economicamente e psicologicamente, causando un forte senso di colpa per essersi lasciata ingannare. Nel 2012 i raggiri messi in atto verso persone con più di 65 anni erano 12.618; nel 2015 le denunce sono balzate a 15.909 con un incremento del 10% rispetto all’anno precedente (nel 2014 erano 14.461). e gli ultimi dati non fanno ben sperare. Anche in Casentino ci sono stati diversi casi. Per questi motivi l’Amministrazione Comunale di Bibbiena, in collaborazione con i militari dell’arma e il comandante della stazione di Bibbiena, il tenente Gabriele Fabbian, parleranno ai cittadini illustrando le situazioni più comuni alle quali si possono trovare di fronte e spiegando come farvi fronte.
I due precedenti incontri sono stati molto partecipati, facendo letteralmente il pieno. Interessanti anche i risultati: nella scorsa settimana moltissime sono state le telefonate di anziani alla stazione dei Carabonieri di Bibbiena che denunciavano tentativi, fortunatamente mai messi in atto, di truffatori.
In sostanza gli incontri sono serviti a molti anziani a capire subito i possibili tranelli di malviventi intenzionati a mettere in atto truffe che vanno a colpire le famiglie, attraverso gli elementi più fragili, perché spesso meno informati.
Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Daniele Bernardini che ha commentato: “Sono molto felice dell’esito di questo progetto, sia per l’affluenza – che è stata davvero al di sopra di ogni previsione – ma soprattutto per gli esiti pratici: i dati ci dicono che, anche grazie a questo percorso, molti anziani sono riusciti ad evitare truffe che, come sappiamo, inficiano la tranquillità della persona e della famiglia”.

COMUNE DI BIBBIENA  – Comunicato Stampa