Allerta maltempo, fiumi controllati a vista dai tecnici del Consorzio 2 Alto Valdarno

L'Arno a Stia

Approfittando della tregua e del calo dei livelli dell’acqua, i tecnici del Consorzio impegnati nella verifica dello stato delle opere. Segnalate alcune criticità al Genio Civile Valdarno Superiore.

Durante la breve pausa concessa dal maltempo, i tecnici del Consorzio 2 Alto Valdarno hanno effettuato sopralluoghi di ricognizione nelle varie aree del territorio. Ovunque i corsi d’acqua risultano gonfi.
Si sono verificate localizzate esondazioni soprattutto in Valdichiana, che hanno interessato alcune aree agricole.
Non si sono invece registrati ad ora problemi di rilievo sui corsi d’acqua principali.
I lavori di prevenzione effettuati dal Consorzio, sul reticolo in gestione, hanno permesso di tamponare una situazione che non è ancora uscita dalla fase dell’emergenza.
Gli ultimi interventi di manutenzione sono stati realizzati ieri, sulla reglia di Val di Capraia a Cortona dove è si è reso necessario chiudere alcune tane di animali che minavano un argine, e a Cesa, per liberare il tratto finale del rio di San Giovanni.
Attualmente, approfittando dei livelli dell’acqua in calo, sono in corso, monitoraggi per verificare eventuali dissesti sulle sponde e per individuare criticità su cui programmare eventuali ripristini. Alcune, come quelle riscontrate in Valdarno, sul Cesto a Figline V.no e sul Resco nel comune di Castelfranco Piandiscò, e in Casentino, sull’Arno nel comune di Pratovecchio-Stia, sono state segnalate al Genio Civile Valdarno Superiore.
Il personale del CB2 resta a disposizione per l’attività di supporto alle operazioni di protezione civile.

Comunicato stampa