Alternanza scuola – lavoro: a Pieve a Socana il tema è l’archeologia.

Sabato 18 giugno, alle ore 16, presso l’area archeologica di Pieve a Socana, un gruppo di studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Galileo Galilei” di Poppi presenteranno alla cittadinanza i risultati di un progetto – iniziato il 14 giugno e che terminerà il 25 – di alternanza scuola-lavoro legato all’archeologia.
Un gruppo di studenti opererà presso il Museo Archeologico Nazionale “Gaio Clinio Mecenate” di Arezzo (diretto da Maria Gatto), un gruppo presso il Museo Archeologico del Casentino Piero Albertoni (diretto da Francesco Trenti). Gli studenti approfondiranno la conoscenza dei reperti di provenienza casentinese che fanno parte dell’esposizione, ivi comprese le testimonianze da Pieve a Socana.
Entrambi i gruppi saranno impegnati, oltre che nei due musei, in attività di studio e rilievo nell’area archeologica di Pieve a Socana e progetteranno, oltracae che condurre, una visita guidata in loco nel pomeriggio di sabato 18 giugno. Infine concluderanno il percorso con la visita al Museo Archeologico di Arezzo il 25 giugno alle 17.
“Si tratta di un’opportunità importante che questo progetto offre, relativamente alla conoscenza delle testimonianze del passato provenienti dal nostro territorio” afferma l’assessore comunale alla cultura di Castel Focognano Elisa Sassoli. “Un’opportunità che rientra tra le iniziative di promozione e valorizzazione del sito archeologico che sono state avviate già da mesi e che hanno visto conclusi i lavori di restauro dell’ara etrusca ad opera della Soprintendenza Archeologia, la vincita di un bando PIC-Regione Toscana insieme all’Unione dei Comuni del Casentino (Andrea Rossi della Rete Ecomuseale) ed al Museo Archeologico di Bibbiena, che ci ha permesso di realizzare un sistema di pannelli informativi prossimo all’installazione. Proseguiremo, in accordo con la Soprintendenza, la Parrocchia e la Diocesi di Arezzo, con un percorso di visita e arredo urbano adeguato all’importanza del luogo. La collaborazione e le sinergie con importanti strutture della nostra provincia sono fondamentali per l’efficacia delle attività di valorizzazione, e ringrazio i Direttori dei due musei per l’interesse e l’impegno da sempre manifestato nei confronti del nostro sito di Pieve a Socana.”

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa