AMAtriciana, a Stia una cena per Amatrice e le zone terremotate

Una pro-loco molto attiva quella di Stia, prolifica di eventi e di iniziative di successo. A volte, come in questo caso, solidali per un’ottima causa. Venerdì 9 settembre, infatti, in piazza Tanucci a Stia, la pro-loco organizza “AMAtriciana”: una cena di beneficenza per la popolazione di Amatrice e per le zone colpite dal drammatico sisma dei giorni scorsi. Il costo della cena è di € 10,00 e l’intero ricavato sarà devoluto alle popolazioni colpite. Tutti i casentinesi sono invitati! Prenotazione obbligatoria al 3341888560

IMG-20160901-WA0001

CONDIVIDI
Articolo precedenteSanità, il Casentino e l’anti politica al contrario.
Prossimo articoloIl sindaco Caleri: “Individuato il responsabile della discarica a cielo aperto a Vallucciole”
Maria Maddalena Bernacchi
Maria Maddalena Bernacchi, nata a Compito, Chiusi della Verna, vive e lavora tra Compito ed Arezzo. Negli ultimi anni dell’istituto magistrale “Vittoria Colonna” di Arezzo ha collaborato al settimanale “La Voce” ed al quotidiano “La Nazione”. Specializzata in fisiopatologia ha insegnato ad Arezzo per quarant’anni. Quale insegnante tutor di storia per il Provveditorato agli Studi di Arezzo ha tenuto corsi di formazione sulla didattica della storia contemporanea pubblicando “Il campo-profughi di Laterina” e “Dal locale al globale, esperienze per l’insegnamento della storia”. Per la nipote ha scritto e pubblicato “Ninne-nanne, filastrocche, proverbi e… Una nonna si racconta”. Collabora con Casentinopiù dal 2010, tenendo, con la figlia Silvia la rubrica “Storia e Territorio”.