Aree interne, Ceccarelli e Niccolai (Pd): «Dal convengo di Poppi idee importanti per il futuro»

Il presidente della Commissione Aree interne del Consiglio Regionale Marco Niccolai e il Capogruppo del Partito Democratico Vincenzo Ceccarelli sono intervenuti al convegno che si è tenuto il 30 settembre e 1 ottobre a Poppi (Ar) sul futuro dal titolo: “Ambiente, economia, coesione: le nuove opportunità per le Aree interne”. Alla due giorni di lavori hanno preso parte, tra gli altri, anche gli assessori regionali con delega alla montagna e agricoltura Stefania Saccardi, alle attività produttive e turismo Leonardo Marras e al sociale Serena Spinelli.

«È stato un convegno importante, di alto livello che ci offre numerosi e preziosi spunti di riflessione. Le mie più sincere congratulazioni agli organizzatori per aver promosso un dibattito di cosi alto livello – ha dichiarato il presidente della Commissione aree interne del Consiglio Regionale Marco Niccolai – Come Commissione facciamo nostre le riflessioni emerse da questo dibattito. Serve un lavoro congiunto tra le istituzioni per invertire la tendenza all’abbandono di questi territori e stimolare le tante opportunità presenti in questi luoghi. In questo senso la Regione deve sostenere gli enti locali nella fase di progettazione per colmare il gap tra le grandi città e i piccoli comuni che spesso non permette di accedere ai finanziamenti regionali e europei. Proprio in questi giorni la Regione ha stanziato quasi 700mila euro per sostenere subito i piccoli comuni nell’attività di progettazione, è una misura che da sola non è sufficiente ma che va nella direzione giusta e che vogliamo rafforzare con un ulteriore intervento. Infine stiamo lavorando ad una proposta di legge al Parlamento italiano che introduca una fiscalità di vantaggio per le attività economiche delle aree interne. Si tratta di una misura che i territori ci dicono essere essenziale e decisiva per una significativa e strutturale inversione di tendenza rispetto al fenomeno dello spopolamento e alle difficoltà economiche delle aree rurali e periferiche».

«Il lavoro è la priorità per contrastare l’abbandono dei territori montani e rilanciare un nuovo popolamento – ha detto il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli – Per questo abbiamo presentato in Consiglio regionale un disegno di legge che ha l’obiettivo di mantenere e creare attività economiche nei territori delle aree interne con appositi incentivi economici. Aggiungo che la pandemia ha dimostrato l’importanza dei servizi territoriali, a partire da quelli socio-sanitari ma non solo. Sanità, scuola, trasporti sono servizi essenziali che devono essere mantenuti con modelli nuovi e innovativi che possono essere progettati e sperimentati con una collaborazione stretta tra Comuni e Regione. Infine c’è la grande sfida dei fondi europei del Pnrr e della programmazione ordinaria. Serve un ulteriore fondo per sostenere i piccoli comuni nell’attività di progettazione e la Regione deve assumere un ruolo di coordinamento. Questa è la strada da percorrere per permettere alle aree interne di cogliere questa grande opportunità che non deve essere sprecata».