Arezzo, arrestato il presunto assassino di Maria: è casentinese

Maria Venancio De Sousa

Per l’assassinio di Maria Aprecida Venancio De Sousa è stato arrestato nella giornata di ieri, dopo un lungo interrogatorio, un 37enne, incensurato, del Casentino. L’uomo non ha confessato, ma sembra aver fatto importanti ammissioni che hanno portato al suo fermo. Il 37enne casentinese era un cliente della donna uccisa e a scatenare la furia omicida potrebbero essere stati futili motivi legati ai soldi. Ad incastrare il presunto assassino sarebbero stati molteplici indizi: i contatti telefonici avvenuti tra Maria e il suo cliente, le riprese di alcune telecamere della zona e la posizione dell’auto del giovane casentinese nella zona di Via della Robbia dove si è consumato il tragico omicidio. Tutti indizi che, nei prossimi giorni, potrebbereo essere avvalorati dall’esame delle tracce biologiche lasciate nell’appartamento e attualmente all’esame del laboratorio di genetica forense di Careggi. Le indagini, in ogni caso, sono ancora in corso e sono portate avanti dagli agenti della Squadra Mobile di Arezzo, guidata da Francesco Morselli, e coordinate dal pm Chiara Pistolesi.

Sull’omicidio leggi anche:

http://www.arezzonotizie.it/cronaca/omidicio-maria-de-sousa-sospetto-interrogatorio.html

http://www.arezzonotizie.it/foto/cronaca/nuovo-blitz-della-scientifica-nella-casa-dell-omicidio/

http://www.arezzonotizie.it/cronaca/ultima-cena-maria-de-sousa-risultati-autopsia.html

http://www.arezzonotizie.it/foto/cronaca/orrore-in-via-della-robbia-donna-uccisa-in-casa-propria/