Si è conclusa con grande successo ieri, domenica 21 luglio, la terza edizione di “ASPETTANDO NATURALMENTE PIANOFORTE 2020”, la tre giorni di appuntamenti, musica e incontri che ha avuto luogo nella meravigliosa cornice di Pratovecchio, comune di Pratovecchio – Stia (AR), nel cuore del Casentino. L’evento biennale è organizzato dall’Associazione Culturale PratoVeteri di Pratovecchio Stia, in collaborazione con il Comune e l’Ente Parco delle Foreste Casentinesi.

Pratovecchio è stata animata per tutta la settimana da arte, incontri e concerti di pianoforte: da lunedì 15 a domenica 21 luglio si sono tenute tre Masterclass con i maestri SERGIO DE SIMONE, DANIEL RIVERA e ALESSANDRA BRUSTIA. I pianisti partecipanti si sono esibiti in concerti quotidiani e hanno concluso la rassegna con il “Concerto Finale” di ieri sera a Castel Cagnaio.

Venerdì sera il cantautore MIMMO LOCASCIULLI si è esibito con “Concerto sulla Vasca” in Piazza Paolo Uccello con un concerto piano e voce che ha saputo catturare e divertire tutto il pubblico presente.ALESSANDRA CELLETTI ha invece suonato all’alba di domenica nella splendida location della Pieve di Romena creando un’atmosfera intima e onirica allo stesso tempo.

Grande successo per LUCA CARBONI, protagonista assoluto della serata di sabato. Il cantautore si è esibito in un concerto speciale, pensato ad hoc per l’occasione, ovvero la giornata che ha celebrato il 50°anniversario dell’allunaggio, e quindi dedicato alla Luna. Accompagnato solo dal pianista FULVIO FERRARI BIGUZZI, Carboni ha regalato ai presenti una versione inedita della propria musica, dove le parole e i suoni hanno avuto particolare risonanza: brani tratti dall’ultimo album, “Sputnik” e molti altri tratti dal suo repertorio hanno coinvolto tutta la piazza per questo evento inedito.

Ad Aspettando Naturalmente Pianoforte anche il progetto artistico solidale STAND UP FOR AFRICA, fondato da Paolo Fabiani e Rossella del Sere, piattaforma di convergenza tra i linguaggi del contemporaneo e i diritti umani, che quest’anno ha preso il sottotitolo “Human Behavior arte per un comportamento umano” e ha premiato il giovane fotografo ivoriano Mohamed Keita per l’impegno artistico nelle zone disagiate in Africa. L’anteprima di SUFA, dal titolo “Waiting”, a cura di Pietro Gaglianò, critico d’arte contemporanea, ha proposto una visione artisti del sentimento del tempo. Maria Morganti ha dipinto per 5 giorni il suo quadro “in divenire” nella Chiesa della Propositura di Pratovecchio, mentre la danzatrice performer Cristina Kristal Rizzo insieme al musicista Enrico Malatesta ha presentato una veglia che ha coinvolto il pubblico attraverso un dialogo tra corpo, suono e spazio.

«Gli appuntamenti di questa settimana mi hanno convinto, una volta di più, della bontà della filosofia che attraversa Naturalmente Pianoforte, una manifestazione che tra le tante qualità mette gli artisti in una condizione di libertà e, quindi, ispira loro spazi di elaborazione e di sperimentazione impossibili altrove – afferma Enzo Gentile, Direttore Artistico di Aspettando Naturalmente Pianoforte – Il connubio tra storia, natura e le relazioni umane che qui si instaurano hanno permesso a tutti, e in particolare ai principali ospiti, Alessandra Celletti, Luca Carboni e Mimmo Locasciulli, di dare il meglio, di divertirsi, di scoprire nuove sfumature della loro comunicazione artistica. Una conferma e una scoperta insieme che ci danno slancio in vista dell’edizione 2020 che porterà in Casentino una serie di musiche e musicisti in grado di offrire ulteriori momenti di bellezza e profondità di linguaggio nel rispetto del pubblico e dei volontari che già vi hanno cominciato a lavorare».

L’Associazione ‘PratoVeteri’ è l’organizzatore di “Naturalmente Pianoforte”, la kermesse pianistica biennale, con la Direzione Artistica di Enzo Gentile (giornalista, critico musicale e docente universitario), che si prefigge di sviluppare un progetto di socialità e comunicazione attraverso la musica. Tra concerti, workshop, improvvisazioni, grandi professionisti e semplici amatori, il Casentino ribadisce la sua attitudine di luogo dedito all’ospitalità e all’incontro, crocevia di artisti, appassionati e semplici curiosi del turismo culturale.

L’appuntamento è tra un anno, a Pratovecchio, con l’edizione 2020 di Naturalmente Pianoforte!

Comunicato stampa
Aspettando Naturalmente pianoforte
Pratovecchio Stia, 22 luglio 2019