Bandiere Sotto le Stelle 2024: in piazza Tarlati spettacolo e tradizione

La ex Miss Italia Martina Colombari presenterà la 13esima edizione e si esibirà con gli sbandieratori

A Bibbiena fremono i preparativi per la tredicesima edizione di Bandiere sotto le stelle, la kermesse promossa dal gruppo storico degli Sbandieratori e Musici Città di Bibbiena che oggi arriva in Provincia di Arezzo per una presentazione ufficiale.

Il 20 luglio alle ore 21, nel centro storico di Bibbiena, in particolare nella storica Piazza Tarlati, torna l’arte di maneggiar l’insegna, uno spettacolo dove, come ogni anno, si potrà apprezzare e vivere un momento unico sotto il segno del volo delle bandiere.

La compagnia fondata 43 anni fa, in questa tredicesima edizione di una manifestazione che ha l’obiettivo di avvicinare il grande pubblico ad un’arte antica, ha puntato anche quest’anno alla qualità dei gruppi storici ma anche a una madrina di eccezione come la ex Miss Italia Martina Colombari. 

Accanto agli sbandieratori di Bibbiena con i loro giovani- una quindicina di elementi tra allievi e cadetti e agli immancabili musici, una quindicina tra tamburi e clarine– ci saranno due tra i gruppi migliori a livello internazionale ovvero i Terzieri di Porta Fiorentina di Castiglion Fiorentino e gli Sbandieratori di Cori, provincia di Latina. Questi ultimi sono gli unici, a livello mondiale, a utilizzare bandiere che hanno un baricentro 20 anziché un baricentro 67.

L’evento prevede la parata tra i borghi del centro storico fino a piazza Tarlati, dove alle 21.30 si entra nel vivo delle esibizioni.

A presentare questa edizione accanto al già presidente e oggi Direttore artistico Gian Piero Polverini, sarà la ex Miss Italia, modella e attrice Martina Colombari, che arriverà nel pomeriggio a Bibbiena per fare alcune prove del “maneggiar l’insegna” e essere pronta in Piazza Tarlati a una esibizione accanto al patron del gruppo.

Il Presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri commenta: “Queste tradizioni rappresentano la nostra più bella identità. In Toscana le manifestazioni di questo tipo stanno prendendo molto campo, complice anche un turismo culturale ed esperienziale in aumento. Il focus di Bibbiena è poi molto interessante perché porta al centro dell’attenzione la bandiera come strumento. Gli ultimi dati sul turismo mettono in evidenza che i turisti inglesi e americani scelgono la nostra regione anche per assistere a queste manifestazioni e rievocazioni”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli e l’Assessora alle Associazioni Francesca Nassini commentano: “L’Associazione degli Sbandieratori e Musici ha portato e porta Bibbiena nel mondo, grazie a un entusiasmo e a una passione che non hanno eguali. L’aver saputo mantenere questo approccio e questa tensione all’innovazione e insieme alla tutela della storicità, è stato il motivo del successo in questi 43 anni di vita e di amore per la tradizione. Siamo onorati, come amministratori, di stare sempre a fianco di questa realtà, sostenerla e agevolare il loro slancio mettendo a terra idee incredibili che fanno bene al nostro territorio e ai giovani”. 

Gian Piero Polverini commenta: “Abbiamo iniziato il nostro cammino 43 anni fa e nessuno poteva pensare che saremmo arrivati alla federazione europea e a porre le basi della Carta di Bibbiena. Il nostro impegno continua con i giovani che sono il nostro futuro. Il 20 luglio porteremo in piazza la nostra voglia di essere al centro del nostro territorio, la nostra voglia di potare questa grande tradizione nel futuro, il nostro obiettivo di far crescere Bibbiena all’ombra delle bandiere e dei suoi valori di accoglienza”.

Alune informazioni sulla madrina di questa edizione di bandiere Sotto le Stelle, Martina Colombari. Classe 1975, dopo essere stata eletta Miss Italia, viene chiamata dalla famosa agenzia internazionale di modelle Riccardo Gay Model Management e viene inserita tra le top models internazionali dell’epoca.

Sfila per Giorgio Armani, Gianni Versace, Blumarine, Roberto Cavalli, per citare i nomi più noti.

Dopo aver studiato dizione con l’attrice Giorgia Trasselli e recitazione con Beatrice Bracco, nel 1991 inizia il suo percorso di attrice.

Il 16 febbraio 2011 esce il libro autobiografico “La vita è una” (edito da Rizzoli), scritto in collaborazione con Luca Serafini, con sottotitolo “Da Miss Italia a volontaria nel cuore di Haiti, la straordinaria avventura di una ragazza quasi normale”.

Recita nel musical “La febbre del sabato sera” al Teatro Nazionale di Milano (2012-2013) e in “The Best of Musical” – Tour Nazionale”.

Ultimi Articoli

Il settore propaganda della Bibbiena Nuoto si distingue ai Campionati regionali

Pioggia di medaglie per i "delfini bianchi" della Bibbiena Nuoto Quando si parla di “propaganda”, è naturale e quasi inevitabile associare il termine alla politica,...

Lorenzoni: “Disagi insostenibili con il doppio cantiere nella Sr71”

Appello del presidente Lorenzoni a tutela dei pendolari e della stagione turistica casentinese: “Disagi insostenibili con il doppio cantiere nella Sr71, la Regione deve...

Statale 71: lavori, semafori e disagi per i pendolari

Lavori alla Gravenna: “La Regione a inizio anno aveva assicurato che non ci sarebbe stato nessun altro semaforo prima della conclusione dei lavori sul...