Basso Casentino: un’altra novità in tema di fusioni

Giunge l’ennesima svolta nel rebus delle fusioni tra i comuni del basso Casentino. L’ordine del giorno approvato dalla maggioranza del Consiglio Comunale di Subbiano chiede al sindaco di farsi portatore con i comuni limitrofi e nei confronti della Regione Toscana di un’altra proposta di fusione, quella dei Comuni del basso Casentino, allo scopo di costituire un comune con popolazione superiore a 15 mila abitanti. Il documento non indica esattamente i confini territoriali ma appare chiaro il riferimento al superamento della proposta di fusione tra Subbiano e Capolona e il volgere dell’attenzione verso altri comuni limitrofi come Talla e Castel Focognano. Quindi un’altra proposta si aggiunge alle tante già sul tavolo della Regione Toscana chiamata a districarsi tra comitati e indirizzi dei Consigli comunali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRiparte la stagione al Fulgor di Capolona
Prossimo articoloBibbiena, il museo diffuso della fotografia d’autore
Maria Maddalena Bernacchi
Maria Maddalena Bernacchi, nata a Compito, Chiusi della Verna, vive e lavora tra Compito ed Arezzo. Negli ultimi anni dell’istituto magistrale “Vittoria Colonna” di Arezzo ha collaborato al settimanale “La Voce” ed al quotidiano “La Nazione”. Specializzata in fisiopatologia ha insegnato ad Arezzo per quarant’anni. Quale insegnante tutor di storia per il Provveditorato agli Studi di Arezzo ha tenuto corsi di formazione sulla didattica della storia contemporanea pubblicando “Il campo-profughi di Laterina” e “Dal locale al globale, esperienze per l’insegnamento della storia”. Per la nipote ha scritto e pubblicato “Ninne-nanne, filastrocche, proverbi e… Una nonna si racconta”. Collabora con Casentinopiù dal 2010, tenendo, con la figlia Silvia la rubrica “Storia e Territorio”.