Bene Comune: “Atteggiamento autoreferenziale di Sindaco e Giunta ha chiuso le porte a collaborazione”

Roberto Rossi, Consigliere della lista civica "Bene comune" di Bibbiena

Un anno fa le elezioni a Bibbiena. BENE COMUNE è in Consiglio Comunale ben rappresentata dai consiglieri Roberto Rossi e Giacomo Nebbiai, che stanno facendo un’opposizione vigile, determinata e responsabile. Sopratutto in quest’ultimo difficile periodo, BENE COMUNE si é messa a disposizione dell’amministrazione per un aiuto alla comunità. Purtroppo abbiamo dovuto constatare un atteggiamento autoreferenziale di Sindaco e Giunta, che hanno chiuso le porte ad una sana e utile collaborazione con le opposizioni (che ricordiamo rappresentano la maggioranza dei cittadini).
Abbiamo presentato numerosi atti consiliari, interrogazioni e Ordini del Giorno ascoltando i cittadini, che sempre più spesso ci segnalano mancanze e leggerezze dell’operato della giunta Vagnoli.
Tra le questioni che più ci premono, ricordiamo tutti gli atti e le proposte che hanno riguardato:
– il centro storico di Bibbiena e i centri delle altre località
– la questione della riapertura delle scuole a settembre
– lo stato della tanto decantata edilizia scolastica ( in particolare le mancanze e le insufficienze delle elementari e delle medie di Bibbiena)
– i forti tagli al servizio di trasporto scolastico
– i mancati sviluppi del percorso “annunciato come già concluso” in campagna elettorale sul Cinema Sole
– i mancati lavori al Teatro Dovizi
– i ritardi incredibili dei lavori al palazzo comunale
– l’inadeguata manutenzione (e dunque mancata valorizzazione) di strade parchi e piazze del nostro territorio.

Ringraziamo la Giunta per il sostegno alla comunità e per le puntuali comunicazioni alla cittadinanza durante l’emergenza epidemiologica Covid-19, precisando al contempo che nella gran parte dei casi si é trattato di ordinario lavoro di attuazione delle ordinanze regionali e dei DPCM governativi, svolto da tutti i sindaci e da tutte le amministrazioni comunali del Paese.

Attendiamo i lavori e le idee di sviluppo per la Fase 2 e per la Fase 3, che avremo modo di valutare strada facendo e su (speriamo) risultati concreti. Difficile valutare laicamente e responsabilmente su uscite e selfie sui social.
Valuteremo, con lo stesso spirito di responsabilità e oltre l’emergenza epidemiologica, quel progetto di rinnovamento e di futuro di Bibbiena che, ad un anno dalle elezioni, non è nemmeno stato pensato.

Comunicato stampa Bene Comune