Bibbiena, 12 studenti dell’Itis in giro per l’Europa

Il Casentino sarà anche una “piccola valle”, ma i suoi studenti sognano in grande. Dodici studenti dell’istituto tecnico di Bibbiena, infatti, sono appena partiti – altri lo faranno a breve – per un’esperienza di studio e lavoro in diversi paesi dell’Unione Europea, il tutto reso possibile dai progetti Mech-Mob, Green&Co di Erasmus Plus.
Gli studenti delle quarte Meccanici, Informatici e Elettronici ( quelli delle quinte Elettronici, informatici e meccanici lo faranno in autunno) sono già sparsi per l’Europa (Germania, Spagna, Regno Unito, Portogallo, Irlanda e Malta) in tante aziende diverse che li hanno accolti per una esperienza intensiva di lavoro e di vita. Questo anche per la caratteristica del progetto che prevede per le quarte un tirocinio durante il periodo estivo, mentre i neo diplomati lo faranno in autunno, cioè rientreranno in Italia solo a Dicembre.
Prima del soggiorno all’estero i ragazzi hanno dovuto seguire una formazione obbligatoria: dall’infoday con le famiglie, ad una preparazione linguistica intensiva, fino ad una full immersion psico-pedagogica.
Nel tirocinio all’estero gli studenti saranno seguiti in una prima fase da un tutor aziendale, per poi avere uno step di valutazione degli apprendimenti.
Il percorso, per i ragazzi casentinesi dell’istituto tecnico è stato seguito dalla professoressa Roberta Brocculucci e ovviamente supportato dal Dirigente Gianfranco Gentili.

Ultimi Articoli

L’Ambito Turistico Casentino non si ferma: living lab con gli operatori

Dopo la progettazione per la partecipazione al bando regionale riprende l’attività con gli operatori, appuntamento con il Living Lab, strategie di ambito condivise, per...

Dall’Erasmus Plus alle panchine rosse contro la violenza sulle donne

Comune di Bibbiena, Istituto Comprensivo Dovizi, Lions Club e Rotary Club insieme per un progetto sul futuro Questa mattina alla presenza dell’Assessore alla Pubblica...

Alleanza Verdi Sinistra – Arezzo: “Contrari alla stazione alta velocità Medioetruria”

«Stazione “Medioetruria”, a chi serve un’altra stazione decentrata e collegata con treni lenti ad Arezzo, Siena e Perugia?» «Le richieste di costruire una nuova stazione...