Bibbiena, “Arriviamo al cuore di tutti”

Ieri mattina, alla presenza dei soci e del presidente del Lions Club Casentino Francesco Brami, al Direttore del nosocomio di Bibbiena Cammillini, al direttore del Distretto Carlo Montaini e al sindaco Daniele Bernardini, è stato donato alla cardiologia di Bibbiena – nella persona del dottor Moreno Marri – un sofisticato macchinario per il teleconsulto eco cardiologico per l’ausilio alla diagnosi e al trattamento delle malformazioni cardiache congenite in linea con il progetto “Arriviamo al Cuore di Tutti”.
Quest’ultimo progetto ha lo scopo di sviluppare una rete di teleconsulto ecocardiografico dall’Ospedale del Cuore di Massa (Fondazione Toscana Gabriele Monasterio, FTGM) verso i centri di neonatologia, ginecologia e/o cardiologia della Toscana.
Il progetto è stato sviluppato congiuntamente con l’Associazione “Lions Clubs International” – Distretto 108La Toscana, che finanzia l’acquisto dei sistemi HW/SW necessari, e con l’adesione della Regione Toscana. La rete di teleconsulto per le malformazioni cardiache sarà estesa gradualmente alle dieci province della Toscana, con priorità per le sedi più disagiate o con più attività, ed è potenzialmente utilizzabile anche per altre patologie. Le immagini esaminate dall’operatore ecografico a fianco del paziente vengono replicate a distanza su un monitor per consentire allo specialista di collaborare alla valutazione diagnostica. Trattandosi di esaminare un paziente in epoca neonatale/pediatrica o un feto durante un accertamento prenatale, si richiede un’esperienza specifica in presenza di malformazioni e quindi si preferisce la trasmissione in tempo reale delle immagini per consentire allo specialista esperto di guidare l’operatore ad una corretta esplorazione cardiaca. Uno strumento che dunque serve non solo ad agevolare famiglie e pazienti, ma anche a fare formazione agli operatori. 
Comunicato stampa-Comune di Bibbiena
 
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma scrive a Ponte a Poppi, in Casentino, dove vive. Direttore del periodico Casentinopiù dal 2013, è anche “scrittore”, giornalista, tabaccaio, “ciclista” e “tennista”: quasi tutto rigorosamente tra virgolette.

Ultimi Articoli

L’Ambito Turistico Casentino non si ferma: living lab con gli operatori

Dopo la progettazione per la partecipazione al bando regionale riprende l’attività con gli operatori, appuntamento con il Living Lab, strategie di ambito condivise, per...

Dall’Erasmus Plus alle panchine rosse contro la violenza sulle donne

Comune di Bibbiena, Istituto Comprensivo Dovizi, Lions Club e Rotary Club insieme per un progetto sul futuro Questa mattina alla presenza dell’Assessore alla Pubblica...

Alleanza Verdi Sinistra – Arezzo: “Contrari alla stazione alta velocità Medioetruria”

«Stazione “Medioetruria”, a chi serve un’altra stazione decentrata e collegata con treni lenti ad Arezzo, Siena e Perugia?» «Le richieste di costruire una nuova stazione...