Bibbiena, Centro Trasfusionale: donare fa buon sangue…

A donare…
Ho pochissime battute per poter imprimere nei cuori di chi legge come ci si sente a donare. Soprattutto, ci tengo a dire che non basterebbe un intero libro per raccontare le sensazioni, le emozioni…
Se hai la salute, il tempo e il cuore di donare, la situazione che incontri al Centro Sezione Trasfusionale di Bibbiena è la seguente: quando arrivi, entri in un ambiente davvero gradevole, dove ti fanno accomodare nella sala di attesa, e immediatamente avverti una sorta di elettricità positiva, che ti viene trasmessa dallo sguardo di altri donatori, uomini e donne che, come ho già detto, hanno la fortuna di poter donare il sangue.
Guardi quella gente e vieni guardata a tua volta con stima e ammirazione infinite, perché tutti sono consapevoli del fatto che il motivo per cui siamo lì è infinitamente nobile!
Alcuni minuti appena e ti invitano ad entrare, accompagnando il gesto con un sorriso. E finalmente avviene. Stai comodamente semi-sdraiato su un lettino e ti nutri del pulito e del profumo della saletta dove avvengono i prelievi. L’odore che ti arriva alle narici è un misto di disinfettante e accoglienza.
Al centro trasfusionale di Bibbiena vieni accolto da personale assolutamente qualificato, che lavora quotidianamente senza avvertire la pesantezza, a contatto con persone che donano un pochino di sé. La dottoressa Silvia Sereni, medico responsabile della sezione trasfusionale di Bibbiena, lavora al centro dal 1993 ed è proprio lei a raccontarmi qual è il bello del suo lavoro:
– È proprio la consapevolezza della tanta voglia di donare che si rinnova in continuazione, alla quale i giovani danno una grande risposta, che ci fa stare bene!
La sezione del centro trasfusionale di Bibbiena vanta un personale qualificato, che giorno dopo giorno accoglie e accompagna nel migliore dei modi la tua voglia di donare con grande professionalità e gentilezza.
Vorrei ringraziare queste donne, che ogni volta mi fanno sentire a casa.
Silvia Sereni: medico responsabile
Manola Bonolis: medico
Michela Ringressi: infermiera professionale
Silvia Ciampelli: infermiera professionale
Silvia Loddi: tecnico di laboratorio