Bibbiena: istruzione e servizi educativi, bilancio di due anni.

Il bilancio di questi due anni di attività nell’ambito dei servizi socio educativi e dell’istruzione si chiude con dati assolutamente positivi.
Sul fronte della scuola dopo il bando di gara e affidamento dell’appalto del servizio di refezione scolastica è stato attivato, da parte del nuovo affidatario, un sistema informatizzato per la rilevazione delle presenze, che si propone di conciliare una razionale ed efficiente gestione delle prenotazioni, l’addebito dei pasti e la gestione del pagamento anticipato.
Accanto a questo si pone il progetto “Pedibus” o a scuola a piedi con bambini frequentanti la scuola primaria di Soci ed in collaborazione con le locali Associazioni del volontariato già convenzionate in proposito. Per sostenere i bambini in questo percorso che guarda al loro benessere psicofisico, è stata data continuità ad alcuni progetti integrativi di educazione alimentare, ambientale e di primo soccorso, con la fattiva collaborazione di varie associazioni e cooperative operanti nei relativi ambiti.
L’attenzione all’infanzia da parte dell’amministrazione è andata oltre, appoggiando le famiglie in modo significativo anche nel corso delle vacanze estive con i centri estivi sia per i bambini dell’asilo che di quelli della scuola elementare.
Molto importante è stato il passaggio fatto dalla Giunta con l’approvazione del nuovo regolamento del trasporto scolastico che prevede nuove regole basate sulle distanze tra abitazione e scuola per avere diritto al servizio. Dal mese di settembre il servizio é gestito completamente in proprio, con tre scuolabus e tre autisti.
Significativa è stata poi l’adesione al progetto promosso da Coldiretti di “Educazione alla Campagna Amica”, pensato per far incontrare il mondo della scuola e l’agricoltura, sensibilizzando i giovani ai valori della sana alimentazione, della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile del territorio come luogo di identità e di appartenenza.
Il Comune ha inoltre promosso la realizzazione della 6^ edizione del progetto di educazione familiare a sostegno della genitorialità, denominato “Scuola dei Genitori”, con quattro incontri di formazione e momenti di confronto per genitori con figli in età da zero a diciotto anni, e contemporaneo intrattenimento per i bambini al Cappellaio Matto con gli educatori.
Il nuovo regolamento dei servizi per l’infanzia, approvato con le deliberazioni di consiglio comunale n. 17 del 29/04/2015 e n.57 del 30/09/2015, ha semplificato fra l’altro la modalità di ingresso in graduatoria degli utenti, le domande delle famiglie sono ora accolte tutto l’anno e entro un mese dalla presentazione sono inserite in lista d’attesa. Il risultato atteso di velocizzare la procedura formale, per una risposta quasi immediata è stata molto apprezzata dalle famiglie stesse, ed ha ottenuto nel contempo, la possibilità di rimpiazzare subito eventuali posti liberi del servizio.
L’Assessore competente Mara Paperini commenta: “Un bilancio assolutamente positivo quello sui servizi all’infanzia, settore sul quale investiamo molto come amministrazione. La qualità dei servizi è stata sempre messa al primo posto: qualità nella mensa anche grazie al comitato, qualità nei progetti, qualità nei servizi ai quali non sono mai state tolte risorse. Un’attenzione del tutto particolare è stata data al benessere psicofisico dei bambini e dei ragazzi con l’attivazione del progetto triennale sull’alimentazione. Un nostro fiore all’occhiello è poi il CIAF centro infanzia adolescenza e famiglia, la risposta che riesce a dare alle famiglie dai compiti pomeridiani ei corsi per i più piccoli. Il progetto “Diamoci una mano” sostiene molte mamme nella conciliazione dei tempi. Il nostro asilo nido poi è un altro servizio di primaria importanza che funziona in maniera impeccabile da ogni punto di vista e con costi contenuti per le famiglie”.

Comunica stampa – Comune di Bibbiena