La misura – che segue le indicazioni fornite dalla Questura di Arezzo in relazione ai singoli eventi – ha una durata di trenta giorni e riguarda le tante manifestazioni che animano il territorio in questo periodo. In sostanza nelle occasione di specifici eventi e manifestazioni pubblici o aperti al pubblico, nelle fasce orarie e nell’ambito territoriale di svolgimento degli eventi stessi è vietato, per i titolari degli esercizi, di somministrare alimenti e bevande nonché agli esercizi commerciali sia in sede fissa che su aree pubbliche, comprese le autorizzazioni temporanee, di somministrazione e vendere per asporto di bevande o alimenti in contenitori di vetro, in materiale vetroso e lattine. Inoltre si dispone il divieto per chiunque, di usare e portare al di fuori dei locali di pertinenza dei pubblici esercizi di somministrazione contenitori in vetro o comunque in materiale vetroso di qualsiasi tipologia, di lattine o altri oggetti che possono essere utilizzati per offendere.

Filippo Vagnoli, Sindaco di Bibbiena

“L’ordinanza – commenta il Sindaco Filippo Vagnoli – garantisce il giusto bilanciamento tra l’esigenza di tutelare, da una parte, il decoro urbano, la tranquillità dei cittadini e dall’altra il dovere di garantire la libertà di iniziativa economica”.

Comunicato stampa
Comune di Bibbiena
Bibbiena, 6 agosto 2019