Venerdì 14 giugno, a Bibbiena Stazione, si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto “Binario 0” alla presenza del Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli, del Direttore Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, il Dottor Gabriele Gori, dell’Assessora alla Cultura e Turismo Francesca Nassini, dei sindaci di Castel Focognano e Talla, di rappresentanti dell’amministrazione di Castel San Niccolò, di Massimo Macconi in rappresentanza della Regione Toscana, della Cooperativa Betadue, della Associazione temporanea Casentino Outdoor e di Estra che metterà a disposizione due bici elettriche per la nuova struttura.

Il Sindaco Filippo Vagnoli nel suo discorso iniziale ha salutato “un nuovo percorso di vallata dall’alto valore culturale e turistico”, un percorso che rappresenta “un bel banco di prova su un terreno sul quale dovremo lavorare tutti in modo coeso e agendo in modo non più singolare ma corale. Il Casentino ha bisogno di una sola immagine e di un racconto condiviso”.

Il Direttore Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze ha commentato: “Quando la Fondazione ha realizzato il bando ha pensato esattamente ad una situazione del genere dove culturale e turistico potessero convivere ed interagire, dove sociale e culturale potessero colloquiare. Il progetto Binario 0 rappresenta il compendio dei bandi da noi pensati per i piccoli territori e per questo mi complimento con tutti voi”.

Massimo Macconi in rappresentanza della Regione Toscana partner del progetto e proprietaria dell’immobile ha commentato: “Valorizzare in modo creativo e insieme funzionale alla comunità luoghi come questo è un grande risultato di tutti e per il quale mi complimento da parte della Regione con tutti i soggetti che ci hanno lavorato. Vorrei ricordare anche un’altra cosa ossia il fatto che queste piccole realtà – parlo delle tratte ferroviarie come queste – in tutta Italia vengono dismesse e sostituite con la gomma. La Regione Toscana invece ha investito oltre 20 milioni perché crede che queste stesse realtà siano funzionali ai territori come il Casentino e alla sua popolazione. Certamente molte cose vanno migliorate, ma anche Binario0 dimostra quanto si possa ottenere da progetti di rete”.

Francesca Nassini come Assessora alla cultura e turismo ha ricordato il percorso fatto per arrivare a Binario0 e al suo rifugio escursionistico: “Questo luogo è un crocevia: ci troviamo vicino alla Ciplopista dell’Archiano e dell’Arno, ci troviamo sui Cammini di Francesco. Insomma è un luogo fatto per fungere da scambio e da indirizzo, ma anche da supporto verso la popolazione”.

Hanno poi parlato del progetto Casentino Outdoor i rappresentanti delle Cooperative Oros e InQuiete. Grazie a Binario0 è nata infatti un’Associazione di scopo attraverso la quale si stanno organizzando calendari coordinati di iniziative e sport all’aria aperta che stanno attraendo sempre più persone. Per ora Casentino Outdoor è composto da una decina di attori ma ci sono prospettive di ampliamento e di coordinamento con altre reti, come quella creata da alcuni imprenditori turistici anche grazie al supporto di Prospettiva Casentino che ne ha curata la formazione mirata.

Lenny Graziani, che coordina e cura il Portierato di Quartiere ha poi raccontato la sua esperienza nell’ufficio aperto al pubblico e di supporto alla popolazione in questi sei mesi di attività: sempre più persone, molte delle quali anziane, si sta avvicinando al portierato per avere informazioni ma soprattutto un aiuto concreto per svolgere azioni burocratiche spesso difficili per persone che hanno poca dimestichezza con il web.

A conclusione di questa prima parte di approfondimento che si è tenuta nella sala di attesa della Stazione di Bibbiena, il Sindaco Vagnoli ha guidato una visita al Rifugio escursionistico che si trova nei locali al primo piano e che consta di diversi posti letto, una cucina ed i servizi per quei pellegrini che arriveranno in Casentino attraverso le ciclopiste ed i cammini religiosi e culturali.

Ricordiamo che Binario zero è un progetto che propone azioni innovative nel quartiere e nel territorio come il portierato sociale di quartiere, promozione prodotti tipici, del territorio e delle sue specificità.
La rete del progetto Binario zero è attualmente composta da: Comune di Bibbiena, Regione Toscana, Outdoor Casentino (cooperativa In Quiete, cooperativa Oros, Associazione Dante’s Valley, Consorzio Coob, cooperativa Betadue), L.f.i., associazione Nata, Prospettiva Casentino, Centro Italiano della Fotografia d’Autore, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
Binario Zero è un progetto realizzato col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

Comunicato stampa
Comune di Bibbiena
Bibbiena, 14 giugno 2019