Borri S.p.A. ospita in Casentino i suoi più importanti distributori internazionali

Lancio di INGENIO MAX, il nuovo UPS per applicazioni di media e alta potenza.

Bibbiena: il prossimo 10 Giugno Borri presenterà alla propria rete vendita il nuovo prodotto INGENIO MAX. La storica azienda casentinese ospiterà distributori provenienti da tutto il mondo in occasione del lancio del nuovo UPS realizzato per la protezione di medio-grandi datacenter, processi industriali e servizi.
Una presenza internazionale parteciperà al lancio del nuovo prodotto Borri per questo 2016. Distributori provenienti da tutta Europa, Asia e Medio Oriente assisteranno alla presentazione dell’unità UPS INGENIO MAX da 200 kVA. Una soluzione efficiente e compatta progettata per fornire continuità assoluta di alimentazione alle applicazioni critiche per sistemi di rete e protezione dei dati di medio-grandi datacenter, settori sanitario, finanziario, processi industriali, trasporti e telecomunicazioni.
INGENIO MAX, dotato della tecnologia brevettata 3-L Green Conversion e realizzato interamente nello stabilimento Borri a Bibbiena, garantisce alta efficienza e salvaguarda la vita dei componenti critici e della batteria, con conseguenti vantaggi sul costo totale di gestione dell’impianto: un elemento decisivo oggi nella valutazione di gran parte degli investimenti industriali di medie e grandi aziende.
La giornata continuerà con la presentazione di alcuni importanti casi di studio su installazioni realizzate per due importanti datacenter italiani e del piano di crescita internazionale dell’azienda previsto per la seconda metà del 2016.
Come ogni anno, nel corso dell’evento, sarà consegnato il premio Borri Engineering Award ai migliori studenti casentinesi della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze – Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni: un riconoscimento che conferma l’impegno di Borri nel sostenere nuove generazioni di studiosi e professionisti. “Questa iniziativa, unica nel territorio, testimonia l’importanza che Borri dà allo sviluppo della cultura scientifica” afferma Enrico Simoni, CTO e Presidente di Borri S.p.A. Ad essere premiati saranno gli studenti Andrea Guadagnoli, Filippo Piccardi e Riccardo Ozzola per essersi distinti con ottimi risultati nelle attività accademiche svolte.
L’evento si concluderà con una cena di gala nella splendida cornice dell’Antico Fio: un’ottima occasione per lasciare negli invitati un magico ricordo del Casentino e per brindare a una forte e proficua collaborazione con un’eccellenza dell’industria tutta italiana. Con sede in Italia, 15.000 m2 di spazio di produzione e un’area completa di test e collaudo, l’azienda può contare su più di ottanta anni di esperienza, una ricerca e sviluppo multidisciplinare ed un custom engineering altamente qualificato.
Borri è presente in tutti e cinque i continenti con società controllate a Dubai (UAE), Vancouver (Canada), Houston (USA) e Kuala Lumpur (Malesia) e una rete di partner in grado di fornire supporto tecnico e assistenza on-site.
Comunicato stampa