C. Focognano, polemica sul crocifisso negli uffici comunali: interviene la Lega del Casentino

Foto di Wolfgang Eckert da Pixabay

Comunicato stampa della Lega – Salvini Premier Casentino

Esprimiamo piena soddisfazione per l’esposizione del crocifisso, che non mette a rischio la laicità dello stato, nell’aula consiliare, negli uffici e immobili del comune di Castel Focognano, questo, grazie ad un atto della nuova maggioranza che guida dalla primavera scorsa il comune.

“Ricordo che un atto simile è stato approvato da tutto il consiglio comunale di Chitignano”.

L’abbandono dell’aula di FareComune, il gruppo di minoranza di centro sinistra, e le esternazioni del seguente comunicato, denotano una enorme mancanza di conoscenza delle nostre radici storiche e culturali (Giudaico-Cristiane), sia nazionali che di tutto l’occidente in cui i componenti del gruppo vivono. Il crocifisso non rappresenta solo la religione Cristiana, ma, anche la bellezza dei nostri territori e l’arte che è stata espressa, il nostro sistema giuridico e sociale in sintesi il mondo in cui tutti noi viviamo, rinnegare ciò che i nostri padri ci hanno lasciato è come rinnegare se stessi. L’ignoranza è regina in certi comportamenti e dichiarazioni che vengono fatte, la storia ci insegna che tutti i popoli senza una forte identità sono scomparsi, è giusto e corretto mantenere le nostre tradizioni storico-culturali, dove, anche in Casentino hanno lasciato forti testimonianze sotto tutti i profili, grazie al cristianesimo. FareComune, il centro sinistra di Castel Focognano, si aggrappa a sterili pretesti ed anche in questa occasione ormai dimostra di non essere più forza propulsiva per il territorio, è “la prova del nove” per cui ha perso le elezioni comunali nel 2019.

Egiziano Andreani