Camaldoli: l’auto prende fuoco improvvisamente, casentinese illeso per miracolo

L’episodio è accaduto mercoledì 26 maggio intorno alle 20:00 di sera. L’uomo, un 43enne di Bibbiena, stava percorrendo la sp 124 che da Camaldoli porta all’Eremo (la via “corta”) quando all’altezza del laghetto Traversari, guardando per puro caso nello specchietto retrovisore, ha notato qualcosa di strano. «Ho intravisto qualcosa che mi ha insospettito – ci ha riferito – niente di particolare, in realtà, ma mi era parso di vedere del fumo. Quindi, più per scrupolo che per altro, mi sono fermato pochi metri più avanti per fare un controllo, ma ripeto, più per cautela che per un imminente pericolo che non credevo ci fosse. Una volta sceso dall’auto, però, le fiamme sono divampate improvvisamente e non ho fatto in tempo neanche a recuperare il portafogli che sapevo avere nel cassetto portaoggetti. In realtà tutto si è svolto così velocemente e improvvisamente che non ho fatto in tempo neanche ad avere paura.» Il casentinese ha quindi chiamato i Vigili del Fuoco di Bibbiena che sono tempestivamente intervenuti spengendo l’incendio e mettendo in sicurezza la zona. L’improvviso incendio, hanno ipotizzato i Vigili del Fuoco, potrebbe esser stato causato da un problema elettrico e dalla rottura dei manicotti del common rail che hanno nebulizzato il gasolio alimentando velocemente le fiamme. L’auto, per altro, un modello del 2011, era in ottime condizioni, sempre controllata e revisionata e per questo l’accaduto lascia ancora più basiti. Il 43enne ci ha anche confessato che, semmai, la paura è arrivata in un secondo momento quando ha pensato a quello che sarebbe potuto accadere se, invece di essere solo, avesse avuto con sé un bimbo piccolo o una persona anziana. Ma questa è un’eventualità che non vogliamo neanche prendere in considerazione. Fortunatamente lo spiacevole episodio si è concluso senza nessun ferito e nessuna conseguenza se non per l’auto che lo sfortunato casentinese dovrà ricomprare.