Carabinieri: arresti e denunce a Poppi, Bibbiena e Castel San Niccolò

Lo scorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Bibbiena hanno svolto mirati servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione dei reati contro il patrimonio e finalizzati ad arginare la diffusione delle sostanze stupefacenti tra i giovani nonché il consumo dell’alcool da parte di conducenti di autoveicoli: 237 le persone complessivamente controllate, una arrestata, 8 denunciate in stato di libertà e 7 le contravvenzioni al codice della strada contestate.

Bibbiena – Nel tardo pomeriggio di sabato, i Carabinieri della Stazione di Bibbiena hanno arrestato un operaio macedone di 54 anni per evasione. L’uomo, nel corso dei consueti controlli finalizzati a verificare il rispetto dei provvedimenti limitativi della libertà personale, in questo caso la detenzione domiciliare, non era stato trovato nella sua  abitazione. Dopo una speditiva attività di ricerca, veniva rintracciato dai militari mentre viaggiava tranquillamente per il centro di Bibbiena a bordo della propria autovettura. È stato, quindi, arrestato e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, ricondotto presso la propria abitazione.

Sempre a Bibbiena, questa volta ad opera dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, un giovane di Castel Focognano è stato segnalato quale assuntore di stupefacenti alla Prefettura di Arezzo perché sorpreso a consumare hashish in una zona isolata di quel centro. Perquisito, è stato trovato in possesso di poco più di un grammo della medesima sostanza. Lo stesso provvedimento è stato adottato dai Carabinieri della Stazione di Bibbiena nei confronti di un altro giovane del luogo a cui, dopo un controllo nei pressi di piazza Palagi, è stata sequestrata una sigaretta artigianale contenente hashish.

Poppi – Sempre i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia hanno denunciato un 40enne di Chiusi della Verna, con precedenti di polizia, sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolico superiore alla norma. Oltre alla denuncia per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche, all’uomo è stata ritirata la patente di guida.

Per la violazione delle norme inerenti il soggiorno degli stranieri, è stato denunciato un pakistano di 23 anni, residente a Prato, poiché nel corso di un controllo in Poppi, è risultato sprovvisto del permesso di soggiorno. Per possesso e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere è stato denunciato un 44enne di Pratovecchio Stia, poiché controllato a Porrena di Poppi a bordo della propria autovettura è stato trovato in possesso di un coltello di 22 cm. Infine, a un 38enne di Castel Focognano che si era posto alla guida della propria autovettura dopo aver abusato di alcool è scattato l’immediato ritiro della patente e la denuncia all’autorità giudiziaria.

Castel San Niccolò – Tre cittadini nigeriani sono stati, invece, denunciati dai Carabinieri della Stazione di Poppi per inosservanza delle norme inerenti il soggiorno degli stranieri e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I tre, controllati mentre si trovavano a bordo dell’autovettura di un connazionale regolare sul territorio nazionale, sono stati trovati sprovvisti dei necessari documenti. Il più giovane non aveva osservato l’ordine di espulsione dal territorio nazionale già emesso dalle autorità a suo carico.

I carabinieri della Stazione di Rassina hanno denunciato per rifiuto di fornire indicazioni circa la propria identità e inosservanza di obblighi inerenti il soggiorno, un cittadino nigeriano di 20 anni, residente ad Arezzo, controllato sul treno nella tratta da Arezzo a Pratovecchio, per essersi rifiutato di farsi generalizzare dal capotreno dopo che questi lo aveva trovato sprovvisto di biglietto.

Comunicato stampa