Carabinieri, denunciati giovani casentinesi per spaccio e guida in stato di ebbrezza

 

Compagnia Carabinieri di Bibbiena: weekend di controlli in Casentino

Nel fine settimana sono stati potenziati i servizi di controllo del territorio.  L’attività dei Carabinieri di Bibbiena, su input del Comando Provinciale, è stata svolta con le finalità di far sentire al cittadino la vicinanza dell’Arma, ed ha riguardato le varie zone del casentino, con mirati servizi straordinari di controllo del territorio diretti al contrasto di reati predatori, specie quello dei furti in appartamento, e sulla prevenzione delle condotte concernenti lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti, del fenomeno di abuso di sostanze alcoliche, oltre al continuo monitoraggio del rispetto delle normative di contenimento alla diffusione del Covid-19.

I Carabinieri della Stazione di Talla, il cui impiego era stato predisposto in fascia oraria sensibile riguardo a possibili furti in abitazione, fortunatamente scongiurati proprio grazie all’attività preventiva, hanno segnalato in stato di libertà un 50/enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, conosciuto alle Forze di Polizia, durante un normale controllo alla circolazione stradale, ha insospettito notevolmente i militari della pattuglia, poiché particolarmente agitato: sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 30 grammi di marijuana. Presso la sua abitazione è stata successivamente rinvenuta una pianta utile alla produzione dello stesso stupefacente, custodita con cura ed esposta alla luce di una lampada alogena.

Poco prima i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Bibbiena, investigatori esperti e conoscitori del territorio, in sinergia con quelli della Radiomobile e della Stazione di Bibbiena, aveva notato come teatro di un’attività di spaccio live, la Stazione Ferroviaria di Bibbiena: un giovane del luogo successivamente segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti, aveva acquistato da un noto pregiudicato, più di 20 grammi di marijuana, versandogli una somma, per le sue possibilità discretamente alta. L’acquirente è stato fermato dai Carabinieri in uniforme, mentre lo spacciatore seguito fino all’abitazione di un suo complice, altrettanto noto. Questi, colto di sorpresa, tentava di fuggire, venendo rapidamente bloccato. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, è stata sequestrata una modica quantità della medesima sostanza sequestrata al giovane e il giovane stato denunciato per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. Lo spacciatore arrestato, sarà giudicato dal Tribunale di Arezzo.

I Carabinieri di Badia Prataglia, nell’ambito di attività volta a prevenire condotte illecite di persone che si mettono alla guida dopo aver abusato di alcool o fatto uso di sostanze stupefacenti, hanno elevato una specifica sanzione del Codice della Strada e proceduto alla denuncia penale di un giovane casentinese che, all’alt dei Carabinieri, non si era fermato ed aveva proseguito oltre. Dopo una brevissima la fuga, il ragazzo è stato bloccato ed ha ammesso di essersi posto alla guida ubriaco. In realtà gli esami di laboratorio successivamente svolti hanno riscontrato la sua positività a droghe di vario genere. Solo per una circostanza fortuita e grazie all’intervento dei Carabinieri, la sua condotta irresponsabile non si è tramutata in un dramma per sé o per altri utenti della Strada.

Gli stessi Carabinieri della piccola frazione di Poppi hanno denunciato anche un uomo per guida in stato di ebbrezza, ritirandogli la patente e sequestrandogli l’automobile. Oltre ad essere visibilmente sopraffatto dall’abuso di bevande alcoliche, tentava di simulare un malfunzionamento dell’etilometro. Alla prova l’uomo aspirava dal boccaglio anziché espirare, tentando di prendersi gioco dei militari.

Nella rete dei Carabinieri di Badia Prataglia sono finiti anche tre giovani romagnoli fermati sulla SR 71 e trovati in possesso di hashish e marijuana: i tre sono stati segnalati alla Prefettura di Arezzo quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Infine i Carabinieri di Chiusi della Verna convogliati dalla Centrale Operativa della Compagnia su Bibbiena per rinforzare i servizi in essere per il controllo del regolare svolgersi della movida, hanno segnalato quali assuntori di sostanze stupefacenti due giovani della provincia di Firenze.

Nei prossimi giorni, proprio nell’ottica di una prevenzione volta a sviluppare una reale conoscenza e coscienza circa i pericoli di una dipendenza da droga e da alcool, collaborando con i docenti e i dirigenti scolastici per promuovere quanto più possibile una reale cultura della legalità, della cura di sé e delle relazioni entro il gruppo dei pari, il Comandante della Compagnia di Bibbiena con i Comandanti delle Stazioni competenti per territorio, incontreranno diversi studenti delle scuole del Casentino di ogni ordine e grado.

Comunicato Stampa Comando provinciale Carabinieri

Ultimi Articoli

20 anni di Ecomuseo del Casentino: oggi a Raggiolo l’evento per ricordare i progetti realizzati e le prospettive future

In occasione dei 20 anni dell’Ecomuseo del Casentino, oggi mercoledì 10 agosto presso l’Ecomuseo di Raggiolo è in programma un evento per ricordare i principali progetti...

Subbiano, Consiglio Comunale: importanti deliberazioni

L’ultimo consiglio comunale prima delle vacanze estive ha lasciato un' importante impronta per la vita della comunità. Tra le questioni più rilevanti approvate nella seduta...

Un pensiero ogni tanto: “Se la poesia viene accarezzata da un bimbo”

Se la poesia viene accarezzata da un bimbo   Immaginate un paese di sera, un paese montano, di quelli dove il vento spiffera forte. Immaginate un palco...