I Carabinieri della Stazione locale di Subbiano hanno denunciato, in stato di libertà, un uomo di 45 anni per una truffa commessa ai danni di un commerciante orafo di Arezzo. I militari hanno accertato che l’uomo, anch’egli operante nel settore orafo, con una singolare modalità di raggiro, aveva acquistato una lamina in oro da 18 carati del valore di 13.000 euro fornendo, come corrispettivo per il pagamento, una lastra del peso di 380 grammi in oro da lavorare, che era in suo possesso.
Il commerciante, una volta ricevuta la lastra, all’atto del saggio per la determinazione della caratura, accertava che quel manufatto non era composto da metallo aurifero, ma di materiale di scarso valore. Solo allora si accorgeva, quindi, di essere stato raggirato e truffato, decidendo di raccontare tutta la vicenda ai Carabinieri di Subbiano. L’uomo denunciato dovrà rispondere del reato di truffa e appropriazione indebita.

Comunicato stampa
Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo
Arezzo, 25 settembre 2018