Carta turistica di Bibbiena, dopo la presentazione si attivano altri progetti

CARTA Venerdi 6 settembre presso il Cifa, Centro Italiano delle fotografia di autore, a Bibbiena si è tenuta la presentazione della nuova cartina turistica di Bibbiena. Un prodotto editoriale importante per il comune di Bibbiena che, in questo modo, intende rendere omogenea la propria promozione.

La cartina è stata realizzata grazie all’apporto del gruppo dei giovani storici di Mazzafirra guidati dallo storico dell’Arte Michel Scipioni e dal grafico Daniele Bartolini di DB Grafica con il supporto di Giovanni sassi, appassionato storico locale.

La cartina è stata stampata in 5 mila copie che verranno consegnate nei punti informazioni del comune e nei centri visita del Parco nazionale anche se l’Assessora alla Cultura e turismo Francesca Nassini intende coinvolgere nella loro divulgazione ed utilizzo anche i commercianti alcuni dei quali presenti alla serata.

Il Sindaco Filippo Vagnoli nell’occasione ha ribadito l’importanza di una promozione turistica integrata e di vallata: “Un punto fondamentale del lavoro che stiamo portando avanti con gli altri sindaci va proprio i questa direzione. E’ un’opportunità che non possiamo perdere e la costituzione dell’ambito Casentino va proprio a rafforzare la nostra convinzione che il Casentino deve essere oggetto di una promozione unica che ci vede tutti ugualmente protagonisti”.

Vincenzo Raimondo di Arezzo In Tour presente alla serata in cui la cartina ha fatto ufficialmente ingresso a Bibbiena ha spiegato l’importanza di una buona informazione  nel nostro caso fatta facendo forza sull’elemento che ci caratterizza, ovvero la natura.

A questo proposito l’Assessora Francesca Nassini ha commentato: “Sull’informazione Bibbiena sta lavorando alacremente. Oltre al punto informazioni che si trova ll’interno del Museo Archeologico del Casentino in via Berni, nel quale abbiamo anche un punto speciale dedicato alla Via Romea Germanica, abbiamo attivato in accordo con LFI e Regione anche un punto di accoglienza e informazione alla Stazione di Bibbiena con Binario0 collegato alla fruizione per i pellegrini e amanti della natura del Rifugio escursionistico. A questi va aggiunto un altro prestigioso progetto che stiamo ultimando a Serravalle nel contesto dell’ex centro visite ovvero un punto di accoglienza e informazioni per le attività outdoor all’interno dell’area protetta con la possibilità di noleggio dell’attrezzatura adatta ad ogni disciplina.  Questo per ricollegarci alla Carta sul Turismo sostenibile del Parco nazionale”.

Ma l’Assessora Nassini svela anche un altro importante progetto oltre quello in dirittura di arrivo relativo al paese montano do Serravalle: “Stiamo partecipando, inoltre, ad un bando che ci consentirà di far passare delle vacanze gratuite in Casentino a persone che poi saranno disponibili a collaborare per mantenere puliti i sentieri e fare manutenzione agli stessi. Una sorta di progetto di volontariato dove si lega l’aspetto volontaristico ed ecologico a quello promozionale. Questo per far capire a tutti che la cartina di Bibbiena arriva nel momento giusto”.

Una parte significativa della cartina e’ dedicata al centro storico con I suoi palazzi e la sua ricchezza architettonica e culturale. Il racconto storico e’ stato accompagnato anche da informazioni dettagliate inerenti la fruizione del patrimonio stesso. Un’altra parte corposa e’ dedicata alle strutture comunali dal Museo Archeologico del Casentino, passando dal Centro Creativo Casentino, fino a Binario 0 e lo stesso Centro Italiano di fotografia di Autore. Accanto a tutto questo emergono anche I paesi piu’ piccoli e le frazioni soprattutto quelle nelle quali si trovano emergenze storiche interessanti. La cartina contiene ovviamente anche informazioni pratiche, come per esempio quelle sulla possibilita’ di balneazione nei torrenti, aspetti che possono essere di grande utilita’ per un turista che intende passare del tempo nel nostro territorio.

Presenti alla presentazione anche i rappresentanti dell’Opposizione Roberto Rossi e Giacomo Nebbiai.

Comunicato stampa