Casentino destinazione turistica al Buy Tuscany 2021

Foto di Carlo Gabrielli

Torna nel 2021 la grande fiera dedicata al turismo: a Lucca il 19 e il 20 di ottobre, buyer e seller del settore turistico si incontreranno in occasione del Buy Tuscany, evento BtoB giunto alla sua 13° edizione. L’obiettivo è quello di favorire relazioni tra l’offerta turistica regionale e quella internazionale attraverso un’agenda di appuntamenti che vedrà la presenza di circa 70 buyer nazionali e circa 90 buyer internazionali, in rappresentanza di principali Tour Operator.

Una vetrina importante per il Casentino di farsi conoscere e apprezzare come destinazione anche oltreconfine, grazie anche alla partecipazione attiva dell’Ambito Turistico della valle, impegnato nella messa in rete dei soggetti operanti nel settore a livello territoriale, al fine di rendere efficace ed omogenea l’attività di promozione e migliorare l’esperienza di visita del turista.

La collaborazione tra gli operatori del settore ha portato alla realizzazione di un catalogo di esperienze sia in forma cartacea che digitale – attraverso il nuovissimo portale Casentino Move – ma anche di veri e propri pacchetti turistici, grazie alla presenza dell’agenzia di ambito.

I temi dell’offerta turistica casentinese seguono le linee guida tracciate da Toscana Promozione Turistica, soggetto coordinatore di tutte le attività di promozione territoriale a livello regionale. Questi comprendono city quitting e ritorno ai borghi, new wellness, smart working e long stay, living culture, la Toscana di Dante, le città d’arte, e ricarica in natura.

E sono proprio questi ultimi due temi, incentrati sul patrimonio artistico-culturale e su disconnessione e ricarica in natura che si articolerà il Post Tour, una due giorni, prevista per 21 e 22 ottobre, durante la quale i tour operator potranno fare esperienza diretta delle proposte offerte dagli operatori aretini e casentinesi, grazie alla cooperazione sinergica con la Fondazione Arezzo In Tour. In particolar modo, il 22 ottobre sarà la giornata dedicata al Casentino e alle esperienze outdoor nei magnifici contesti ambientali offerti dalla natura del Pratomagno e dalle foreste del Parco Nazionale, sicuramente da annoverare tra i maggiori fattori di attrattività della valle.

Forti delle relazioni costruite con i soggetti turistici e sicuri delle potenzialità insite nel nostro territorio, siamo certi che l’occasione presentata dalla partecipazione a questo importantissimo evento fieristico dedicato al turismo, porti al Casentino la visibilità necessaria alla generazione di nuovi flussi che vadano ad incidere positivamente sull’indotto economico di tutta la vallata, ma sempre in un’ottica di sostenibilità.

Comunicato stampa